La "nostalgia canaglia" dei rally anni '70 contagia Savona

"Nostalgia canaglia" non è solo il titolo di una famosa canzone ma è pure il sentimento che accende il cuore dei tanti appassionati del rallysmo d'altri tempi, di quei bellissimi anni '70 in cui si sono scritte le pagine più belle di una disciplina che con il passare del tempo ha perso il suo originario spirito “epico”. Accomunati da questa inguaribile malattia, di recente un gruppo di appassionatissimi amici liguri capitanati da Adelchi Capriotti ha organizzato una “rimpatriata” presso il circolo Artisi di Savona per parlare, ovviamente, di gare e di automobili di un tempo ormai lontano.


Per entrare ancora di più in atmosfera, alcuni di loro hanno anche portato in esposizione i loro bolidi creando uno sfondo che appagava anche i palati più fini: facevano infatti bella mostra di sé la Fiat 128 Coupé Gruppo 2 fresca di restauro di Gino Vincenzi, vista di recente in gara al rally Valli del Bormida  le A112 Abarth Gr. 2, Giannini 650 NP Gr. 2 ed Abarth 750 Zagato di Carlo Vincenzi e la Fiat 127 Gr. 2 in livrea Team Esso-Aseptogyl di Alessandro Polini e Simone Bugatto, replica del celebre esemplare utilizzato all'epoca da Luisa Zumelli e dalle altre “pantere rosa” della pattuglia femminile. Era presente anche qualche vecchia gloria del rallysmo locale, ad impreziosire ulteriormente un'iniziativa che ha riscosso unanimi consensi. (6 nov.)