Cronoscalate: lo “Spino” rigenera Roberto Malvasio

E’ tornato a casa rigenerato, Roberto Malvasio, dopo aver partecipato alla 46^ edizione della cronoscalata “Pieve  Santo  Stefano - Passo  dello  Spino” - appendice speciale della 9^ “Cronoscalata storica dello Spino” riservata alle vetture moderne – in cui si è cimentato alla guida della Mini John Cooper Works (ph) di Gruppo Racing Start Plus messagli a disposizione dalla DP Racing de L’Aquila.


Al termine della gara, il portacolori della Winners Rally Team ha conseguito l’undicesima posizione finale, sfiorando di un soffio l’ingresso nella “top ten”, piazzamento a cui ha abbinato il secondo posto di Gruppo ed il successo di Classe. “Se non fosse stato per le scorie del prologo dell’“Alpe del Nevegal” – osserva il pilota di Ronco Scrivia – nei primi dieci classificati ci sarei entrato di certo ma va bene così, posso finalmente dire di aver fatto una buona gara”.


E’ soddisfatto, Roberto Malvasio, del suo operato e della vettura. “Ho corso con una Mini in una configurazione che non conoscevo – aggiunge – un mezzo per nulla facile, da capire e da non prenderci troppa confidenza, ma ottimo e potente, con motore, cambio e assetto perfetti. Il percorso di gara non era dei migliori: sconnesso e molto pericoloso. Penso di essere riuscito ad interpretare al meglio sia la Mini che il tracciato ed è per questo che sono molto contento di questo impegno”.

 

Buon ritorno per Luciano Scandella

Tornato a gareggiare allo “Spino” dopo un’assenza che durava dal 1991, Luciano Scandella, in gara con una Mini Cooper John Works di Gruppo Racing Start (ph, a dx), ha portato a casa la trentesima posizione assoluta finale ed il secondo posto di classe. Il genovese, assistito dall’amico Roberto Malvasio e dall’intero staff della DP Racing de L’Aquila, si è comportato bene e, sostanzialmente, si è divertito parecchio, lasciando intendere che quella toscana potrebbe non rimanere una trasferta isolata nel 2018. (19 giu.)