Garessio-San Bernardo: vince Emanuele, liguri protagonisti

E' Fabio Emanuele il vincitore della Garessio - San Bernardo numero quarantasei, terzultimo appuntamento del Campionato Italiano Slalom che ha visto al via settantacinque concorrenti, otto tra le storiche e sessantasette tra moderne. Il pilota molisano, al volante di una Osella Alfa Romeo, si avvicina così alla testa della classifica del serie tricolore dove resiste, con tre lunghezze di vantaggio, Salvatore Venanzio, il driver campano che, su Radical Sr4, ha concluso la gara al terzo posto. Tra i due in lizza per il titolo tricolore in un finale di stagione ancora tutto da scrivere, si è piazzato Davide Piotti (Osella Pa8/9).


Quarta posizione per il genovese Alessandro Polini (Fiat 126/Suzuki – Racing for Genova, nella foto) si aggiudica la vittoria tra i prototipi slalom. Alle spalle di Antonino Scolaro, quinto su Elia Avrio, altri due genovesi, entrambi portacolori della scuderia Valpolcevera, Stefano Repetto (Fiat 500/Kawasaki) e Danilo Mosca (Peugeot 205 Gti), rispettivamente sesto e settimo in classifica, conquistano, il primo la vittoria tra le vetture Top Tuning e il secondo quella nel sempre combattutissimo gruppo speciale slalom con venti concorrenti alla partenza. Il gruppo A si è ridotto ad una sfida in famiglia tra i fratelli savonesi Andolfi. Ad avere la meglio è stato Fabio, il più giovane, alla guida di una Renault Megane, cui è bastata una salita - la prima - per regolare il fratello Fabrizio Junior, su Renault Clio, autore di una gara in crescendo che gli ha regalato il decimo posto assoluto.


Dei sessantatré piloti classificatisi al termine delle tre manche regolarmente disputate, primo tra le vetture a ruote coperte è stato il ligure Marco Boggiano su Predator Pc08/Suzuki; Pasquale Papete ha fatto suo il gruppo Trofei Italia su Fiat X1/9 mentre il genovese Gianluca Caserza (Citroën Saxo Vts) si è aggiudicato la vittoria tra le vetture di derivazione di serie. Tra le storiche, vittoria per Guido Vivalda (Porsche Carrera Rs) che ha preceduto l'Alfa Romeo Giulia Sp di Guido De Rege di Donato e la Bmw 2002 Ti di Carlo Fiorito. (17 set./ foto di Silvia Aru)