Passione e sportività al 3° Busalla Motor Day

Una nutrita serie di Fiat X1/9, parecchie A112 Abarth 58 e 70 Hp, diverse Mini Cooper oltre a Lancia Delta Hf Integrali, Ford Sierra Cosworth ed Escort Rs, alcune ammirate “barchette” di derivazione inglese, originali spyder e coupé di scuola italiana, simpatiche Fiat 127 ed alcune Bmw a trazione posteriore sono state tra i principali protagonisti del 3° “Busalla Motor Day”, revival dinamico per auto sportive costruite fino ai primi anni ’90 organizzato da Comune e Pro Loco di Busalla con il supporto tecnico della Polini MotorSport, factory che fa capo ad Alessandro Polini, pilota ed organizzatore dello slalom in salita Mignanego – Giovi, iniziativa che ha richiamato in quel di Busalla oltre 130 vetture con relativi equipaggi formati da un minimo di due persone ciascuno.


Il programma della manifestazione prevedeva, dopo il ritrovo e le iscrizioni, un Tour per l’Alta Valle Scrivia, incluso un passaggio su un tratto di strada di 3 km chiuso al traffico tra Castagnola e Fraconalto con alcune “birillate” a sorpresa, e, dopo il pranzo, giri liberi sullo speciale Circuito di Busalla, nella zona dell’ex Genoa club. Ed è qui che i partecipanti hanno potuto dar sfogo alla loro passione, su uno speciale tracciato che – in tutta sicurezza – permetteva loro diverse evoluzioni da compiere, tipo cimentarsi a far lo slalom tra i “birilli”, provare a fare il “tondo” attorno ad un finto spettatore in poltrona e mettere il loro mezzo di traverso in un tornante stretto.


Alla fine, tutti contenti e sorridenti. Appagati da una giornata a tutto gas dove molti hanno avuto la possibilità di rincontrare persone conosciute in altri raduni e dove tutti hanno avuto modo di divertirsi oltre che di stare al volante delle loro belle vetture in maniera del tutto diversa da quella di tutti i giorni. (29 mag.)