Permessi no problem e validità anche per la Zona 2

   "Voci false e tendenziose sono state messe in circolazione da qualcuno che, evidentemente, non simpatizza per la nostra gara". Questo il commento secco e chiaro degli organizzatori del prossimo Riviera Rally. La macchina organizzativa del decimo Rally Riviera Ligure e del quinto Rally Storico della Riviera Ligure prosegue dunque la sua marcia senza problemi, avvicinandosi a grandi passi alla data del 19 e 20 marzo, giorni che vedranno l'entroterra ligure protagonista di due giornate a tutto gas. Le voci circolanti riguardo una possibile negazione dei permessi sono dunque definitivamente archiviate, dato che gli organizzatori stanno lavorando serenamente al fianco delle istituzioni locali. Da alcuni giorni la CSAI ha diramato un nuovo regolamento riguardante la dotazione di sicurezza delle prove speciali, ma dalla Riviera Rally precisano con orgoglio che tale dotazione è già in uso al Rally Riviera Ligure da tre stagioni; una caratteristica che pone la gara savonese al top per quanto riguarda l'aspetto più importante dello sport motoristico, ovvero la sicurezza. Nel frattempo si sono aperte le iscrizioni, che potranno essere inviate fino al 14 marzo sia dagli equipaggi con vetture moderne che da quelli che prenderanno parte al Rally Storico. Proprio nel giorno di apertura delle iscrizioni arriva anche un’altra lieta notizia: la gara avrà la validità per il Challenge Rally Zona 2 e 3, che prevede per il 2011 l’accorpamento inedito della Liguria con la Lombardia. Da sottolineare, infine, la particolare struttura dell'evento, che avrà due manifestazioni ben distinte in contemporanea: il Rally Riviera Ligure, intitolato alla memoria di Daniele Cianci, ed il Rally Storico della Riviera Ligure, dedicato alla memoria di Mauro Albini. La competizione riservata alle auto che hanno fatto la storia del rally si svolgerà insieme al rally moderno, ma avrà regolamento particolare di gara e tabella tempi specifici e non sarà certo una manifestazione di contorno. Da segnalare inoltre il grande sforzo logistico ed economico degli organizzatori, pronti a sobbarcarsi l'allestimento di due distinti rally nello stesso weekend, uno sforzo che sarà certamente ripagato dal grande affetto dimostrato già nelle stagioni passate da partecipanti ed appassionati. Il Rally Storico della Riviera Ligure sarà per gli appassionati un vero ritorno al passato: per le vetture storiche sono infatti previste le assistenze lungo il percorso, proprio come negli anni d'oro del rally; uno spazio sarà comunque riservato loro anche presso il parco assistenza di Vado Ligure. Per gli appassionati giovani e meno giovani è dunque scattato il conto alla rovescia che scadrà sabato 19 marzo, giornata dedicata alle verifiche tecniche e sportive e che vedrà poi sfilare le vetture sul palco della partenza a Spotorno; già in serata partirà la sfida contro il cronometro sulla prova speciale "San Filippo"; nove chilometri e duecento metri in notturna che inizieranno a delineare la classifica, prima dell'intensa sfida di domenica 20 marzo. (16 feb.)