Altri articoli...

Il Rally d'italia in Sardegna per altri tre anni

Automobile Club d’Italia ha trovato l’accordo con la società Wrc Promoter Gmbh per la conferma del Rally Italia Sardegna nel calendario del Campionato del Mondo Rally per altri tre anni. L’annuncio è stato dato dal Presidente di Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani presente ad Alghero in occasione dell’edizione 2019 della gara sarda, ottavo round del Campionato del Mondo, che si è concluso da poche ore con la sorprendente vittoria, mirabolante ma meritata, di Dani Sordo e Carlos Del Barrio su Hyundai i20 WRC (ph). Rocambolesco è stato anche il successo, nella gara valida per il Campionato Italiano Rally, di Giandomenico Basso, con Lorenzo Granai e sulla Skoda Fabia R5: il pilota veneto ha attaccato a fondo e sull’ultima speciale del rally ha ribaltato la situazione dell’avvincente duello a suo favore, superando Luca Rossetti ed Eleonora Mori (Citroën C3 R5), a lungo al comando.


“Non sono state poche le difficoltà che abbiamo dovuto superare per riaffermare la presenza del Rally Italia in Sardegna – ha affermato il Presidente di Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani - anche perché è in atto una profonda rivisitazione del calendario del mondiale. Ma ora possiamo annunciare con soddisfazione che il lavoro fatto ha dato i suo frutti e che siamo riusciti a trovare un accordo per la disputa della prova italiana della serie iridata rally in Sardegna per altri tre anni. Questo accordo è molto importante anche e soprattutto per il territorio, che potrà ora organizzarsi e lavorare sull’evento con una visione di più ampio respiro.”. (16 giu.)

 


Pronto un "ricco" Rally Valli Vesimesi

Continua la tappa di avvicinamento alla 27^ edizione del Rally Valli Vesimesi. Le iscrizioni stanno giungendo alla segreteria della Bmg e si pianificano gli ultimi dettagli collaterali. Molto interessante il monte premi riservato alle classi A6-A7 (prod E7), A5 (k9 – prod E5) R2B, N2 (prod S2), N3 (prod S3) dove per i vincitori dei tratti cronometrati viene messo in palio un corposo sconto sull’iscrizione calcolato in base al numero di partenti e ovviamente alle vittorie parziali, dove per ogni prova è stato stabilito un coefficiente di difficoltà Una due giorni di gara che prenderà il via  sabato 29 Giugno alle 16.01 dalla pedana di partenza di piazza Vittorio Emanuele a Vesime che i concorrenti attraverseranno  con numerazione invertita cosi da consentire a tutti, ma soprattutto ai big di svolgere al meglio lo shake down. L’atmosfera agonistica entra nel vivo con i tredici chilometri cronometrati divisi nei due passaggi sulla prova di Pezzolo - Valle Uzzone che vedrà il via del primo concorrente alle 16.29 e il secondo round alle 18.54 inframezzati da un Riordino a Cortemilia. E’ stata prevista una Remote Service zone così da permettere il cambio gomme in caso di maltempo. Possibile anche il Super Rally per chi nella prima giornata ha avuto qualche imprevisto. Come ormai tradizione, il primo giorno del “Vesime” si concluderà con la cena organizzata dalla Bmg.


Le iscrizioni  si chiuderanno Venerdì 21. Sabato 22 Giugno si inizia con la distribuzione del Road Book e la prima sessione di ricognizioni autorizzate del percorso. Una seconda sessione di ricognizioni è prevista il giorno precedente la gara. Sabato 29 Giugno  sono invece in programma le Verifiche Tecniche e Sportive a cui farà seguito lo Shake Down allestito su un tratto di circa tre chilometri. Dopo il prologo del sabato, la seconda giornata di gara vedrà i concorrenti impegnati nei cinque tratti cronometrati  con i tre passaggi a Rocchetta Belbo - Barche e i due di Bubbio - Madonna della Neve con Riordino e Parco Assistenza a Cossano. L’arrivo finale e la cerimonia di premiazione precedute da un ultimo riordino a Cessole sono previsti per le ore 17.15 sempre in Piazza Vittorio Emanuele a Vesime.


Anche in questa edizione verranno consegnati i memorial Giuseppe Bertonasco,  che fu sindaco di Vesime dal 1985 al 2000, e Gianni Biglino, indimenticato driver albese. L’ edizione 2018 fu vinta da Alessandro Re in coppia con il savonese Fulvio Florean a bordo di una Skoda Fabia R5; in seconda posizione concluse l’astigiano Jacopo Araldo insieme all'imperiese Lorena Boero,  anche loro su una Skoda Fabia. (14 giu.)

 


Rally Italia Sardegna al via

Prende il via domani, giovedì 13 giugno alle 16 dal porto di Alghero la 16^ edizione del Rally Italia Sardegna. La tappa italiana del FIA World Rally Championship, ottava nel calendario della serie iridata, offre numeri da record con 92 vetture allo start, 22 nazioni rappresentate, 20mila presenze tra piloti, team, addetti ai lavori, giornalisti, tifosi, appassionati e curiosi, alberghi sold out, grande affluenza per bar, ristoranti, attività commerciali e attrazioni turistiche. Oltre a i big del Mondiale Rally presenza da sottolineare per gli equipaggi italiani, ben 50, tra i quali i migliori protagonisti delle serie nazionali per il Campionato Italiano Rally, il CIR Junior e il CIR Terra. Quasi 1400 km complessivi di rally, divisi su 19 prove speciali con il primo crono spettacolo d’apertura che partirà alle ore 17 di domani, giovedì 13, nell’Ittiri Arena Show.


Oltre alla diretta integrale del rally trasmessa come sempre dal Promoter WRC tramite la piattaforma ufficiale WRC+, l’accordo rinnovato tra ACI Sport e RAI garantirà anche grande copertura a livello nazionale. Previste due prove speciali in diretta su RAI Sport, ore 8.00 sabato 15 e ore 9.00 domenica 16, oltre a tre prove in differita e diverse repliche. Completano la copertura televisiva i collegamenti in diretta nel TG Sport di RAI2, la programmazione di Reparto Corse e la condivisione del palinsesto su RAI Web.


Fari puntati sui protagonisti del Mondiale, che si sfideranno per il primato al giro di boa stagionale sulla terra sarda. Tra le 11 WRC Plus la più attesa sarà la Citroen C3 WRC di Sébastien Ogier e Julien Ingrassia. Il leader francese, a quota tre nell’albo d’oro del RIS, dovrà difendersi dai due rivali più quotati. Il Ott Tanak con Martin Jarveoia su Toyota Yaris WRC che arriva in Italia dopo l’ultimo successo in Portogallo, distante appena 2 punti da Ogier nell’assoluta. Da terzo il belga Thierry Neuville torna ad Alghero dopo la vittoria del 2018, sempre affiancato da Nicolas Gilsoul sulla Hyundai NG i20 WRC. Quattro i team ufficiali in corsa per il titolo costruttori, che vede Hyundai attualmente al comando, seguita da Toyota e Citroen, quarta Ford MSport che punta sul britannico Elfyn Evans affiancato da Scott Martin su Fiesta WRC.  Si rinnova anche la sfida per il WRC2 Pro dove il finlandese Kalle Rovampera (Skoda Fabia Evo R5) parte da favorito, dopo due vittorie consecutive, davanti al norvegese Mads Ostberg (Citroen C3 R5) e al polacco Lukasz Pieniazek (Ford Fiesta R5).


Grande attesa per seguire la prestazione nel WRC2 del ventiseienne savonese Fabio Andolfi: il portacolori della nazionale ACI Team Italia è chiamato alla seconda gara stagionale, dopo il successo di classe nel Tour de Corse, sempre con Simone Scattolin alle note sulla Skoda Fabia R5 (ph). "Questo sarà il mio esordio stagionale sullo sterrato - ha osservato Fabio - io e il mio navigatore Simone Scattolin puntiamo a ben figurare ed ottenere una bella prestazione come quella della Corsica. In Sardegna vogliamo confermare quanto di buono abbiamo fatto vedere due mesi fa, in una gara impegnativa com’è stata il Tour de Corse dove siamo stati alla fine davanti a tutti”.


Da non perdere anche l’appuntamento per il quarto round del calendario, primo su terra, per il Campionato Italiano Rally. Quattro anche i big della massima serie nazionale, che vede in testa con tre podi e l’ultima vittoria nella Targa Florio il cesenate Simone Campedelli, insieme a Tania Canton su Fiesta R5. L’ultimo successo nel RIS valido come gara del CIR, nell’edizione 2014 appartiene al trevigiano Giandomenico Basso, che torna sull’Isola con Lorenzo Granai al volante della Skoda Fabia R5. Voglia di riscatto invece per il pordenonese Luca Rossetti ed Eleonora Mori, in cerca della prima soddisfazione in Campionato con la crescente Citroen C3 R5 ufficiale al debutto assoluto nel RIS. Vuole mettere a frutto i chilometri fatti su terra con la Skoda Fabia R5 il varesino Andrea Crugnola navigato da Pietro Ometto.


Sarà battaglia anche per il Campionato Italiano Rally Terra che porterà in gara ben 19 equipaggi. Si candidano per un rally al vertice il leader francese Stephane Consani, con Thibault De La Haye (Fabia R5), il padovano Nicolò Marchioro con Marco Marchetti (Fabia R5), oltre al veronese Umberto Scandola, insieme a Guido D’Amore (Hyundai i20 R5), quindi il modenese Andrea Dalmazzini e Giacomo Ciucci (Fiesta R5).


Sul palcoscenico mondiale anche i 7 equipaggi del CIR Junior. I giovani under26 portacolori di ACI Team Italia, tutti al volante di Ford Fiesta R2 curate dal team Motorsport Italia e gommate Pirelli. Il leader siciliano Marco Pollara, il piacentino Andrea Mazzocchi ed il toscano Mattia Vita, tutti si confronteranno con i migliori talenti dello Junior WRC tra i quali ci sarà anche il bergamasco Enrico Oldrati anche lui su Ford Fiesta.


In Sardegna, oltre a Fabio Andolfi, in rappresentanza dei colori liguri ci saranno quattro "navigatori". Si tratta dell'imperiese Guido D'Amore, alle note di Umberto Scandola (Hunday i20 R5), dell'esperto genovese Nicola Arena, sul sedile di destra di Gabriele Campagnoli (Subaru Impreza N5), dell'imperiese Sergio Marchetti, che farà coppia con Rachele Somaschini (Citroën DS3 R3C) e della giovane genovese Emanuela Revello, che condividerà l'esperienza con Andrea Coti Zelati, anche lui al volante della berlinetta francese. (12 giu.)

 


 

Biciclettazza: in ValPolcevera su due ruote

Nuovo appuntamento in ValPolcevera, a Genova, con la Biciclettazza, singolare e simpatico momento di ritrovo per appassionati pedalatori, giunto alla sesta edizione ed in programma il 9 giugno prossimo. Due i percorsi su cui sarà articolata: un primo, più breve (Rivarolo - Certosa, con passaggio nei pressi del ponte Morandi), sarà dedicato ai più piccini ed uno, più esteso, metterà alla prova chi vuol conquistare il traguardo di Teglia.


L'evento è organizzato dal Comitato Rivarolo e dalla P.A. Croce Rosa Rivarolese, con il patrocinio finanziario del Comune di Genova - Municipio V Valpolcevera e la collaborazione di Federazione Ciclistica Italiana, centro sportivo Folzer, associazione AEZA (sezione di Genova) e dei commercianti di Rivarolo, Teglia e Certosa. L’iniziativa è finalizzata alla riqualificazione di un quartiere che rivendica la possibilità di praticare sport in sicurezza e si sforza di mantenere un tessuto sociale e commerciale vivo: anche per tale motivo il percorso, rispetto alle precedenti edizioni, si allungherà ai confini del ponte Morandi.


Come negli anni scorsi, le fatiche dei piccoli e grandi atleti saranno ricompensate da una meritata merenda ristoratrice e anche da un ricco bottino di premi messo a disposizione dai negozianti locali.


Questo il programma: domenica 9 giugno, dalle ore 9.30 ritrovo presso i giardini delle Piscine Foltzer, in Piazzale E. Guerra; alle ore 10.30 partenza della manifestazione. La partecipazione è gratuita ma bicicletta e casco sono, ovviamente, obbligatori. Info: https://www.facebook.com/comitato.rivarolo. (5 giu,)

 


“Susa – Moncenisio” pronta al via

E’ partito il conto alla rovescia al via della “Susa – Moncenisio”, la competizione che dal 1902, anno della sua prima edizione, con i motori accende la passione per l’automobilismo sportivo. L’edizione numero cinquantadue si correrà domenica9 giugno con l’organizzazione della Supergara.


Tre le manche di gara in programma: ognuna sarà l’occasione per poter provare a vincere siglando il miglior tempo e scrivere il proprio nome nel “Libro d'Oro” della corsa. Il primo a farlo è stato Vincenzo Lancia su Fiat HP 24; l'ultimo, in una calda domenica di giugno, Andrea Grammatico, al volante di una Kalikart Formula, primo davanti a Erick Campagna su Formula Arcobaleno (ph). Solo terzo Davide Piotti, per cinque volte in carriera il più veloce di tutti alla “Susa – Moncenisio”, su Osella PA 8/9. Tra le storiche, vittoria per Federico Fracasso in gara con una splendida Fiat 500 Giannini.


La competizione che avrà il suo prologo alle 11.30 con la consueta ricognizione ufficiale del percorso è, come sempre, uno spettacolo gratuito: l’unico sforzo richiesto al pubblico è fare una passeggiata in un paesaggio da cartolina che ripaga anche un po’ di fatica per trovare il posto migliore (e comunque quello più sicuro nel rispetto delle indicazioni dei Commissari di Percorso disposti lungo l’intero tracciato) da cui poter ammirare le vetture più belle ed i passaggi più esaltanti. (2 giu./ph G. Bevegni)