Altri articoli...

Vetture E2SS, E2SC e CN: slittano al 2021 le applicazioni emanate

E’ di ieri la notizia che il Governo ha emesso un DPCM per l’applicazione delle misure di sicurezza per il contenimento della diffusione del virus COVID-19 con il quale ha decretato la chiusura di tutte le attività produttive non indispensabili. Questo ulteriore blocco rende ancora più difficile la situazione nel mondo del motorsport poiché comporta anche la chiusura di aziende operanti nel nostro settore, fornitori di materiali tecnico e necessario per la preparazione delle vetture.


In questa ottica la Giunta dell’Automobile Club D’Italia ha deciso di rivedere quei provvedimenti emessi che prevedono delle modifiche strutturali della vettura o l’aggiunta di componenti difficilmente reperibili sul mercato per le ragioni di cui sopra.  Nello specifico si è deciso di rimandare al 2021 la norma recentemente emanata per le vetture E2SS, E2SC e CN - che prevede l’applicazione di un pattino di legno, da applicarsi sotto alle vetture delle categorie sopra citate, e di un noldercon altezza minima di 20 mm da applicarsi sul bordo dell’ultimo elemento dell’ala posteriore.


Sono in fase di riesame altri provvedimenti, che non impattano sulla sicurezza e che riguardano implementazioni, modifiche o altra decisione che comportano l’acquisizione di materiali difficilmente reperibili nelle condizioni di emergenza in cui ci troviamo chiedendo la proroga dell’entrata in vigore al 2021. (23 mar.)

 


"Salta" anche il 44° Rally 1000 Miglia

Il 44° Rally 1000 Miglia è stato rinviato a data da destinarsi. La decisione, condivisa con ACI Sport nelle scorse ore, è stata presa dall’Automobile Club Brescia a seguito della grave emergenza epidemiologica da Covid-19 Coronavirus che ha coinvolto la Lombardia e la Provincia di Brescia in questi giorni.


La situazione nazionale, in particolar modo quella bresciana, è molto seria e gli sforzi di tutti sono profusi a garantire la massima efficienza sanitaria per permettere di assistere le persone malate ed allo stesso tempo di ridurre la diffusione e la crescita del virus. Questo massimo impegno di Brescia e dei bresciani non consente all’Automobile Club di procedere con l’iter burocratico necessario allo svolgimento del 44° Rally 1000 Miglia, originariamente in programma dal 15 al 18 aprile, pochi giorni dopo la scadenza dell’attuale DPCM recante le disposizioni urgenti per il contenimento e la gestione dell’emergenza.


“Il nostro pensiero va a tutti i medici, infermieri ed operatori sanitari che in queste ore stanno combattendo per noi con coraggio e senso del dovere - ha commentato Aldo Bonomi, Presidente dell’Automobile Club Brescia. - “L’emergenza ci tocca tutti da vicino, abbiamo a cuore la nostra città e la salute di tutti noi. Organizzare il 44° Rally 1000 Miglia così a ridosso di questa situazione non sarebbe stato possibile e per questo abbiamo deciso per la sospensione.”


Il sito web www.rally1000miglia.it e i canali social @Rally1000Miglia forniranno costantemente i prossimi aggiornamenti. (12 mar.)

 


Henri Toivonen, un libro italiano ci racconta chi era

"Toivo" è il soprannome con cui gli amici e la squadra avevano ribattezzato Henri Toivonen, figlio del campione europeo Pauli e fratello maggiore di Harri. Undici capitoli tematici - arricchiti da 170 splendide immagini a colori e in bianco e nero (Centro Storico Fiat, Archive Terre de Blanche, Manrico Martella, Sergio Biancolli, Foto Don, PhotoRally, Fabrizio Longarini, Marco Lolli Ceroni, Enzo Cortesi, Mauro Celidoni e tanti tanti altri) su carta fotografica, di cui tante inedite - ricostruiscono la vita, la carriera sportiva e la morte del Flying Finn che non fu mai campione del mondo.


Chi era Henri, gli inizi, il kart, i rally, le gare in pista e i suoi navigatori, le chance iridate, la sua corsa simbolo e le cronache delle principali battaglie che hanno condizionato la sua carriera, presentandolo al mondo come il predestinato del team Lancia Martini Racing, la storia vettura simbolo dei successi e della morte e i capitoli finali dedicati al papà, al fratello e al suo ultimo copilota. Non potevano mancare, e infatti non mancano, le statistiche complete dei Campionati del Mondo ed Europeo Rally, oltre al cronologico di tutte le competizioni disputate.


Autore del volume è Marco Cariati, giornalista professionista, direttore responsabile del magazine Storie di Rally e redattore della rivista RS e oltre. TOIVO, primo supplemento cartaceo del 2020 di Storiedirally,it, per ora è in vendita nella versione a copertina morbida (28,50 euro) o nella elegantissima versione a copertina rigida (32,50 euro) sul sito di Lulu Press. Dal mese di maggio, l'edizione a copertina rigida sarà distribuita anche nelle principali librerie: Feltrinelli, Hoepli, Mondadori, Amazon. (6 mar.)

 




Il Rally Vigneti Monferrini è diventato nazionale

Il 2020 segna una tappa importante nel cammino del VM Motor Team e del Rally Vigneti Monferrini, che per la terza edizione cresce e da Rallyday passa alla tipologia di gara nazionale: il 14 e 15 marzo a Canelli, pertanto, nella seconda gara del calendario piemontese 2020, si potranno vedere in azione le vetture R5. Ma le novità non finiscono qui: il chilometraggio delle prove speciali crescerà notevolmente, fino a sfiorare quota settanta, per un totale di otto tratti cronometrati.


La gara di Canelli, organizzata dal VM Motor Team con il supporto della Pro Loco e dell’amministrazione locale diventa “grande” e passa ad un format tutto nuovo, capace di richiamare piloti di prim’ordine su vetture della massima categoria, le più amate dal pubblico e senza dubbio le più spettacolari. Grazie all’estensione ENPEA voluta dagli organizzatori a Canelli si potranno vedere anche in azione gli equipaggi stranieri.


Il programma si è aperto ufficialmente giovedì 13 febbraio scorso, con l’apertura delle iscrizioni, che sono iniziate ad arrivare copiosamente e potranno essere inviate fino al 6 marzo. La manifestazione entrerà poi nel vivo sabato 14 marzo: le verifiche sportive troveranno spazio al Bar Torino, mentre le verifiche Tecniche si terranno al Centro Commerciale Il Castello. Nel primo pomeriggio i motori si accenderanno per lo Shakedown, il test con le vetture da gara, che si svolgerà su un tratto di strada raggiungibile comodamente a piedi dal centro città. Domenica 15 marzo si farà sul serio, con la gara che scatterà alle 8:31 da Piazza Cavour, che saluterà poi l’arrivo dei concorrenti e la premiazione a partire dalle 16:48.


Confermato il sodalizio con il Trofeo 600 Per un Sorriso, che ogni anno riunisce numerosi equipaggi provenienti da tutta Italia, pronti a sfidarsi sulle speciali canellesi a bordo della piccola di casa Fiat. L’iniziativa nata da un’idea di Mattia Casarone ha però come obiettivo primario quello della beneficenza ed anche per questa edizione gli organizzatori devolveranno interamente la somma raccolta durante il weekend di gara alle associazioni S.O.S. Diabete Asti e Associazione Amici dei Vigili del Fuoco di Canelli.

 

Moreno Voltan non vede l’ora di poter salutare i concorrenti: “Per noi tornare a Canelli è sempre un piacere. Abbiamo preso la gestione di questa gara quando era ancora un Rallysprint, poi siamo passati per la Ronde, il Rallyday ed ora arriviamo al Nazionale, un traguardo importante frutto del duro lavoro di questi anni con la Pro Loco ed il Comune. La gara sarà un grande spettacolo, avremo le top car proprio nel cuore di Canelli e le prove speciali della domenica sono pensate per far divertire i piloti ed il pubblico". Nel 2019 successo del biellese Omar Bergo su Renault Clio Super 1.6. (ph) e con Alberto Brusati. (17 feb.)

 


Scuderia Ferrari Club Portofino benefica al "Gaslini"

E' stato un buon anno, il 2019, per i club della Scuderia Ferrari che, a fine stagione, hanno raggiunto quota 221 in tutto il mondo: un risultato da record che si spiega solo con la passione per i colori del Cavallino. Tra i più attivi, c'è certamente quello della Scuderia Ferrari Club Portofino che ha iniziato il 2020 con una pregevole iniziativa dall'utile scopo. Il sodalizio del Tigullio, assieme all'Associazione benefica Amici di Portofino ONLUS, presieduta da Tony Vantaggiato, hanno fatto visita al Reparto di Neurochirurgia dell'Istituto Giannina Gaslini di Genova per portare qualche regalo agli ospiti di tale unità.


"E' stata una giornata ricca di emozioni - hanno sottolineato i vertici della Scuderia Ferrari Club Portofino - una suggestione indescrivibile, sia per la particolarità del reparto che per gli eroi che ci sono dentro, ossia i pazienti e tutto lo staff. Un bambino era talmente emozionato che tremava e non riusciva a parlare, mentre un'altro era cosi contento che, a momenti, salta dal letto. Questi sorrisi valgono più di mille parole e danno davvero tante emozioni: sicuramente, per il nostro Club, la visita all'Ospedale Gaslini in futuro diventerà una tappa fissa. Un sentito grazie al dott. Gianluca Piattelli, dello staff medico, per averci assistito durante il nostro incontro con i piccoli degenti". (22 gen.)