Altri articoli...

Porsche entra in Formula E

La FIA conferma l’inserimento della Casa di Weissach fra i costruttori del futuro mondiale per vetture elettriche


In data odierna la Fédération Internationale de l'Automobile (FIA) ha accolto la richiesta di Porsche di entrare nel novero dei costruttori di Formula E. Questo significa che il team della Casa di Weissach potrà continuare a lavorare allo sviluppo del suo propulsore elettrico, la cui omologazione è prevista per il 2019. Come annunciato a fine luglio 2017, Porsche intende far parte del gruppo di partecipanti alla sesta stagione della serie mondiale di competizioni per vetture elettriche, che partirà a fine 2019.


Negli ultimi anni, la FIA e Alejandro Agag hanno fatto un lavoro fantastico”, ha dichiarato Fritz Enzinger, Vice Presidente LMP1 e quindi responsabile del Programma Formula E. “E’ proprio grazie allo sviluppo di questo propulsore che saremo in grado di confrontarci in pista con molti dei maggiori costruttori automobilistici al mondo.”


Come già nel caso del riuscitissimo progetto di sviluppo del prototipo 919 Hybrid per Le Mans, sarà Andreas Seidl a dirigere lo sviluppo e l’esecuzione del programma Formula E dal punto di vista tecnico. “E’ già da tempo che in Porsche si discute delle possibilità e delle prestazioni delle vetture elettriche,” sottolinea Seidl. “Più i nostri ingegneri approfondiscono l’argomento, più si delineano soluzioni affascinanti. Non vediamo l’ora di avere a disposizione la nostra prima vettura, all’inizio del 2019, e di potervi collaudare il propulsore che abbiamo sviluppato. La Gen2, la vettura da corsa presentata dalla Formula E a Ginevra all’inizio di marzo, è stata realizzata molto bene tecnicamente.”


La Formula E fornirà il telaio e il pacco batterie, mentre tutti i componenti del sistema di propulsione vengono sviluppati internamente dai concorrenti. Ciò consentirà a Porsche di adottare soluzioni proprie per lo sviluppo di tecnologie chiave come, ad esempio, quelle che riguardano il motore elettrico, l’inverter, il sistema elettronico ‘brake by wire’, la trasmissione, il differenziale, gli alberi di trasmissione, il monoscocca e i componenti delle sospensioni collegati con l’asse posteriore, l’impianto di raffreddamento e la centralina elettronica. L’efficienza energetica del propulsore non solo gioca un ruolo decisivo in una competizione che vede la partecipazione di molte delle principali case automobilistiche mondiali, ma è anche fondamentale per lo sviluppo delle vetture da strada.

 

L’entrata in Formula E di Porsche, nel 2019, coinciderà con il lancio sul mercato della versione di produzione della concept car Mission E. Questa vettura, la prima Porsche elettrica al 100%, sarà il modello più sportivo e più avanzato tecnologicamente nella sua classe di appartenenza. Porsche investirà più di sei miliardi di euro nella mobilità elettrica entro la fine del 2022. (10 apr.)



Come funziona il motore? Scoprilo con una fotogallery interattiva

Nasce la fotogallery interattiva di automobile.it. Come funziona il motore, una vera e propria mappatura grafica del motore, spiegato in ogni singola parte. Grazie al semplice movimento del mouse sull’immagine del motore, si potranno scoprire e comprendere realmente le componenti di un meccanismo che ogni giorno è dato per scontato. Con un solo gesto e grazie all’ausilio di analitiche descrizioni, l’utente è in grado di entrare in contatto con un argomento ritenuto ostico dalla maggior parte degli utenti della strada, spiegato però in modo semplice ed intuitivo.


Il tema affrontato da automobile.it, sito di annunci di auto usate, nuove e Km 0, si pone l’obbiettivo di fornire informazioni ad alcune categorie di utenti, come i neo patentati oppure coloro che affrontano per la prima volta un esame di guida e necessitano di informazioni specifiche sulle parti fondamentali del veicolo preso in esame. La fotogallery, oltre a fornire un supporto didattico e didascalico, può essere d’aiuto anche all’utente della strada il quale può trovarsi in difficoltà davanti alla necessità di intervenire autonomamente e in caso di emergenza direttamente sul “cuore” della propria automobile.


Tra le componenti del motore affrontate nel dettaglio si trovano, tra le altre, la testata, le cinghie, la coppa dell’olio, il radiatore, le candele. Inoltre per alcune parti meccaniche vengono fornite all’utente alcune indicazioni per scoprire quali sono i sintomi di un veicolo in cui sono presenti una o più parti usurate dal tempo, da fattori esterni o a causa di una scorretta manutenzione. Se ad esempio si verifica una mancata accensione e messa in moto si consiglia di controllare le candele che potrebbero essere bagnate a causa di un accumulo di miscela nel cilindro. Se invece si avverte un ticchettio che varia con la velocità, allora potrebbe trattarsi di un’usura alle valvole.


Oltre ad una visione completa delle componenti del motore, la fotogallery si completa anche con un approfondimento sulla differenza tra un motore diesel, un motore elettrico, uno a combustione interna e quello a quattro tempi. (28 mar.)

 


Porsche Mission E Cross Turismo: elettrica ma sempre sportiva

Una ‘scossa’ per il futuro: con la Mission E Cross Turismo, Porsche presenta al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra la versione concept di un Cross Utility Vehicle (CUV) elettrico. Fra i punti di forza di questa Cross Turismo a quattro porte figurano il design sensuale con elementi chiaramente offroad e le innovative soluzioni di visualizzazione e comando, complete di schermi touch e di un sistema di eye tracking. La concept a trazione integrale è lunga 4,95 metri ed è dotata di un’architettura a 800 Volt, predisposta per il collegamento alla rete di ricarica rapida. La vettura può essere ricaricata anche in modo induttivo, presso una stazione di ricarica o utilizzando il sistema di home energy storage di Porsche. Inoltre, il debutto della Porsche 911 GT3 RS annuncia l’arrivo di una delle vetture sportive ad alte prestazioni più estreme disponibili sul mercato. Il suo motore con cilindrata di 4 litri sviluppa una potenza di 383 kW (520 CV).


Due motori sincroni a eccitazione permanente (PSM) con una potenza di oltre 600 CV (440 kW) consentono alla Mission E Cross Turismo di passare da 0 a 100 km/h in meno di 3,5 secondi e di raggiungere i 200 km/h in meno di 12 secondi. Inoltre, il livello di continuità nell’erogazione della potenza è superiore a quello di qualsiasi altro veicolo elettrico: è possibile effettuare accelerazioni successive senza perdere prestazioni. La Mission E Cross Turismo, che è già pronta ad affrontare la strada, si pone nella scia della concept car Mission E presentata da Porsche al Salone Internazionale dell'Automobile di Francoforte (IAA) nel 2015. La vettura di serie basata su questo modello verrà lanciata il prossimo anno. (8 mar.)


Nuova Porsche 911 GT3 RS: nata per correre

La divisione motorsport di Porsche presenta al Salone di Ginevra l’ultima “chicca” realizzata dalle officine di Weissach: la 911 GT3 RS con telaio da corsa e motore 4.0 litri ad alta velocità aspirato da 383 kW (520 CV). La nuova sportiva ad alte prestazioni si basa sulla 911 GT3, ulteriormente ottimizzata per riuscire ad abbinare un propulsore dalle prestazioni più elevate a uno schema delle componenti di trazione e trasmissione caratterizzato da un asse posteriore sterzante ricalibrato e progettato per garantire un eccellente comportamento dinamico e la massima precisione. La 911 GT3 RS accelera da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi, raggiungendo una velocità massima di 312 km/h. Quest’ultimo modello, che segue il debutto della 911 GT3 e della 911 GT2 RS, rappresenta per Porsche la terza sportiva GT omologata da strada introdotta nel giro di un solo anno.


Aerodinamica e interni ispirati alle gare - Gli elementi aerodinamici hanno decisamente influenzato il profilo della scocca larga, dal peso ottimizzato e contraddistinta dal classico alettone fisso posteriore. L’influsso del mondo delle competizioni si ritrova anche nell’abitacolo, dove i sedili completamente avvolgenti in fibra di carbonio garantiscono un supporto laterale adeguato alle elevate sollecitazioni dinamiche. I pannelli delle portiere ultraleggeri dotati di retine portaoggetti e maniglie apriporta ad anello, l’assorbimento acustico ridotto e il nuovo cofano posteriore extra-light sottolineano una scelta di materiali e dettagli assolutamente coerente.

 

Il più potente motore aspirato, 520 CV - Il sei cilindri ad aspirazione naturale da 4.0 litri progettato da Porsche e montato sulla nuova 911 GT3 RS spinge questa sportiva verso limiti del tutto nuovi: il motore piatto sviluppa infatti 15 kW (20 CV) in più rispetto all’unità del modello precedente e della 911 GT3. Per questo motivo, oltre che per la gamma di regimi che si estende fino a 9.000 giri/min, la scelta è caduta su questa unità, ritenuta ideale per una vettura sportiva purosangue. Abbinato al cambio Porsche a doppia frizione (PDK) a sette velocità appositamente calibrato, questo motore ad alte prestazioni assicura una dinamica di guida eccellente.

 

Assetto da competizione e pacchetto Clubsport - Basato su una tecnologia sviluppata per gli sport motoristici, il telaio della 911 GT3 RS vanta un comportamento dinamico eccezionale. Snodi sferici su tutti i bracci delle sospensioni assicurano una precisione addirittura maggiore rispetto al sistema di supporto elastocinematico convenzionale basato su cuscinetti. Cerchi in lega ultraleggera da 20” con pneumatici sportivi 265/35 di nuova concezione sull’anteriore ottimizzano l’agilità della vettura e il comportamento dello sterzo, mentre i cerchi da 21” con pneumatici 325/30 montati sul posteriore contribuiscono a migliorare l’aderenza. Come per tutte le sportive GT già presentate, il pacchetto Clubsport è disponibile anche per la 911 GT3 RS senza costi aggiuntivi. Il pacchetto include un roll-bar, un estintore manuale, la predisposizione per l’interruttore per scollegare la batteria e una cintura di sicurezza a sei punti per un’esperienza di guida sportiva più estrema.

 

Pacchetto Weissach e cerchi in magnesio - Per i “piloti” particolarmente ambiziosi, la divisione motorsport di Porsche ha sviluppato il pacchetto Weissach, disponibile su richiesta, che consente un’ulteriore riduzione del peso della vettura. Questo pacchetto speciale comprende componenti in fibra di carbonio supplementari per il telaio, gli interni e la carrozzeria, oltre a cerchi in magnesio opzionali. Nella configurazione più leggera, il pacchetto consente di ridurre il peso della 911 GT3 RS a soli 1.430 kg.

 

Lancio sul mercato e prezzi - La nuova 911 GT3 RS è ordinabile da subito. Il lancio è previsto in Italia a partire dalla metà di aprile 2018. I prezzi della nuova sportiva ad alte prestazioni partono da 201.378 Euro, inclusa IVA e dotazione specifica. (2 mar.)


Techrules: strategie globali per il lancio della supercar Ren RS

Techrules svelerà il design di produzione della sua supercar ad alte prestazioni Ren RS il 6 marzo prossimo all'88° Salone dell'Automobile di Ginevra. Oltre a stabilire importanti accordi di partnership con aziende globali con sede in Cina, Techrules sta lavorando con potenziali partner automobilistici internazionali al fine di formare alleanze strategiche a supporto della produzione e del lancio dei propri veicoli nei mercati di tutto il mondo. Techrules, azienda specializzata nella ricerca e sviluppo in ambito automotive con base in Cina, sta dando priorità alla crescita delle sue capacità commerciali collaborando con un numero di aziende automobilistiche e non di livello mondiale: ciò consentirà di ampliare ulteriormente le possibilità di impiego della sua tecnologia proprietaria.


Con uno sviluppo focalizzato sulle prestazioni, la Techrules Ren RS (ph) è una nuova variante, monoposto leggera della supercar Ren mostrata in anteprima al Motor Show di Ginevra dello scorso anno. Il design sensazionale, ispirato al mondo aerospaziale, e la capottina, in stile jet da combattimento, della Ren RS sono stati realizzati da Fabrizio e Giorgetto Giugiaro. Progettata esclusivamente per l'utilizzo in pista, Ren RS è stata messa a punto per le gare dalla L. M. Gianetti di Torino, grande specialista del settore motorsport. La Ren RS può essere configurata con quattro o sei motori elettrici – in quest’ultimo caso la configurazione presenta due motori nella parte anteriore e quattro nella parte posteriore e offre una potenza massima di 960 kW (1.287 cv) in grado di far scattare la vettura da 0 a 100 km/h in soli 3 secondi e raggiungere una velocità massima di 330 km/h.


Il cuore della Ren RS è il rivoluzionario sistema Turbine-Recharging Electric Vehicle (TREV) di Techrules. Il sistema di autonomia estesa, protetto da brevetto, utilizza una turbina per azionare un generatore che carica rapidamente il pacco batterie ad alta capacità da 28 kWh che, combinato con numerose innovazioni tecniche proprietarie, garantisce un’autonomia eccezionale di 1.170 km con 80 litri di gasolio (NEDC). Alleanze strategiche sono attualmente in fase di definizione al fine di consentire a Techrules di migliorare le proprie capacità ingegneristiche e produttive, in vista del lancio della supercar Ren previsto entro due anni, nonché di altri veicoli e prodotti. I visitatori del Salone dell'Automobile di Ginevra 2018 possono scoprire di più su Techrules e vedere la Ren RS allo Stand 2051 nel padiglione 2. (27 feb.)