Altri articoli...

Il Trofeo Nord Ovest approda a Vercelli ed in Val d'Aosta

C'è tempo sino al 15 agosto per iscriversi all’ottavo Trofeo Valsessera Jolly Club, sesta prova del  5° Trofeo Nord Ovest, in programma il primo settembre. Il limite massimo di partecipanti alla gara è fissato a 70 auto. Il Trofeo Valsessera Jolly Club  è una gara di 60 km che parte da Postua, in provincia di Vercelli, raggiunge poi Pray Biellese, Ailoche, Caprile e si conclude a Serravalle Sesia. Una prova con rilevamenti in configurazione “classica”, che si snoderà lungo le tortuose strade boschive della Valsessera, teatro peraltro di alcune delle più gloriose “speciali” di rally storici, tra cui il Rally della Lana, su strade guidate con prove non facili. Sono previste 26 prove cronometrate e 4 controlli orari. Il programma prevede verifiche il sabato 31 agosto presso la sede del Valsessera Jolly Club dalle 18 alle 21 mentre la domenica dalle 7.30 alle 9.00 saranno eseguite a Postua, sede di partenza. Durante il percorso è previsto un riordino, sosta rinfresco,  a Pray. L’arrivo a Serravalle Sesia è previsto per le 12.10 a cui seguirà l’aperitivo ed il pranzo.


Iscrizioni aperte anche per la seconda edizione Coppa della Valle d’Aosta, Memorial Robert Trossello, che è la settima prova del 5° Trofeo Nord Ovest. L’appuntamento è fissato per domenica 22 settembre a Saint Vincent al Centro Congressi Comunale con partenza  da piazza Cavalieri di Vittorio Veneto alle ore 11. Organizzata dalla CAMEVA, Club Auto e Moto d’Epoca Valle d’Aosta  si disputa su 65 i km con 48 prove cronometrate e 3 i Controlli orari su continui e spettacolari saliscendi tra le montagne valdostane, nella Valle del Cervino. Prove tecniche e non certo semplici, che metteranno a dura prova i partecipanti per le difficoltà nei passaggi ricchi di tornanti. Si parte da Saint Vincent, si toccano poi Chatillon, Pontey, Chambave, Saint-Denis, Colle San Pantaleone ad oltre 1600 metri di altitudine e tappa a Torgnon. quindi ritorno dal Colle San Pantaleone, Saint-Denis, Chambave, Pontey, Chatillon e conclusione a Saint-Vincent. Le iscrizioni chiuderanno  il 18 settembre 2019.


Nel frattempo, i fratelli Sergio e Romano Bacci, su Alfa Romeo Giulia Ti Super del 1964, si sono imposti nel XXI Trofeo Antonio Renati, quinta prova del Trofeo Nord Ovest auto storiche. Alla fine di una gara molto tecnica e difficile, su un percorso di 110 chilometri con 45 rilevamenti di passaggio al centesimo di secondo, salgono sul gradino più alto del podio con 28,04 penalità in meno di Mauro Bonfante e Cinzia Bruno, su Fiat 1100/103 del 56 (ph), che chiudono in seconda posizione con soli 0,26 punti in meno dei terzi classificati, Gianmario Fontanella e Anna Maria Covelli, su una Lancia Aprilia del 1939. Armando Fontana e Tiziana Scozzesi, su Autobianchi A 112 Abarth 58Hp del 72 hanno sfiorato il podio e chiudono quarti davanti a Roberto Boracco e Angela Bossi, su Autobianchi A 112 Abarth  70hp. Sesto posto per Andrea Malucelli e Monica Bernuzzi, con una Lancia Beta Montecarlo del 77. Tra gli equipaggi femminili vittoria di Gabriella Scarioni, su Austin Mini Hle del 1982, che ha preceduto Daniela  e Milena Guaita, su Lancia Fulvia Coupé 1.3 S del 71.


Tra le scuderie successo della VAMS, Varese Auto Moto Storiche squadra corse,  con Roberto Boracco e Angela Bossi,  Maurizio e Federico Causo, Matteo e Arianna Lozza, che ha preceduto la CMAE, Club Milano Auto Epoca, e la CVSP, Club Veicoli Storici Piacenza. Il Trofeo Caffè Musetti, prova cronometrata di metà percorso ricavata nella zona del parco partenze ed arrivi è stato vinto da Maurizio Senna e Giuseppe Subinaghi, su Alfa Romeo Giulia Spyder 1600 del 1963. Con il secondo posto ottenuto in questa gara Mauro Bonfante e Cinzia Bruno consolidano la loro leadership nel Trofeo Nord Ovest 2019, il primo tra i piloti e la seconda tra i navigatori. (11 ago.)

 


Dimarco - Zambelli al "Salsomaggiore storico" con buoni propositi

Tra i quindici equipaggi in lizza, sabato e domenica prossimi, per la sezione storica del 2° Rally di Salsomaggiore Terme c'è anche quello, tutto genovese, formato da Michele Dimarco e Francesco Zambelli. La coppia portacolori della Winners Rally Team sarà in gara, come di consueto, con la Fiat 127 CL (ph) di Raggruppamento 3/I  e di Classe fino a 1150 cmc.


Abituali frequentatori della serie "tricolore" riservata alle autostoriche, i due genovesi sono reduci dalla partecipazione al recente Rally della Lana Storico. "Dove - sottolinea Michele Dimarco - pur non facendo niente di pazzesco abbiamo conquistato la quarta posizione finale di una classe che, alla partenza, era formata da diciassette equipaggi. Diciamo che... in fondo ci siamo arrivati: ora vediamo di fare altrettanto a Salsomaggiore, dove la concorrenza sarà inferiore solo numericamente ma non a livello di qualità". (1 ago.)

 


La Fiat 1100 E Vistotal del Museo Nicolis conquista la Costa Smeralda

Quale cornice migliore della Costa Smeralda per uno degli eventi più glamour dell’estate, il Concorso di Eleganza Poltu Quatu Classic? Organizzato da Auto Classic e Between, in collaborazione con il Grand Hotel Poltu Quatu, ha visto una passerella di collezionisti d'élite, un pubblico speciale ed elegante, insieme ad automobili straordinarie, tutte di grande charme, che hanno impegnato la qualificata giuria per la classifica dei vincitori. Silvia Nicolis, presidente dell’omonimo Museo, ha presentato una perla della collezione del ricercato patrimonio, la Fiat 1100 E Vistotal, una rara ed elegante automobile premiata con il “Best of Class”, nella categoria “Maschi contro Femmine: coupé contro cabriolet”, e con il prestigioso “Trofeo Registro Fiat Italiano”.

 

Come molte altre automobili del Museo Nicolis, la Fiat 1100 E Vistotal è un pezzo unico di straordinaria bellezza del 1950, una delle ultime realizzate dalla Carrozzeria Castagna di Milano, impreziosita dal parabrezza strutturale senza montanti Vistotal, in vetro temperato ad alto spessore, che permette una visibilità panoramica. Sperimentato dal carrozziere parigino Jean Henri-Labourdette nel 1935, fu denominato “Vutotal” quale sincrasi di “vue totale”. Questa originale vettura, si distingue anche per la ricercatezza di numerosi dettagli, come la capote con telaio in legno e acciaio, vero capolavoro artigianale e il volante realizzato in materiale trasparente in sintonia con il parabris: un’opera d’arte presente solo su vetture di grande classe, per una clientela sportiva ed esigente.

 

E’ sempre una grande soddisfazione partecipare a questo esclusivo evento di Poltu Quatu Classic dove, nel presentare il meglio della nostra collezione di automobili speciali, abbiamo l’opportunità di contribuire all’eccellente livello della manifestazione offerto da una ricercata selezione di pregiati pezzi che provengono dalle più importanti collezioni di auto d’epoca italiane e straniere - ha rilevato Silvia Nicolis - e sono felice per l’assegnazione dei prestigiosi trofei per la Fiat Vistotal, un esemplare unico di particolare eleganza: sono un ulteriore riconoscimento al nostro impegno nella valorizzazione dell’auto classica che portiamo avanti da sempre, un’eredità morale che mio padre Luciano ci ha trasmesso e cha ha sapientemente coltivato durante tutta la sua vita”. (28 lug./N. Rett.)

 


Fiat 500: al via il 36° Meeting internazionale

Inizia ufficialmente domani il 36° Meeting internazionale Fiat 500 di Garlenda, anche se da lunedì le storiche bicilindriche stanno già circolando nel comprensorio ingauno - Albenga, Arnasco, Villanova e Ortovero - per il lungo prologo “Aspettando il Meeting”.


Diversi fedelissimi della manifestazione, tra italiani e stranieri, hanno infatti colto l'occasione di farsi una vera e propria vacanza slow drive, usando la piccola utilitaria per godersi quest'angolo di territorio. Tra loro, una rappresentanza del Fiat 500 Club of Ireland, fondato a Dublino nel 1992: Oliver Forde e la figlia Jill, i coniugi John Mc McEntaggart e Mary Henry, Martin e Hilary Raeside (che festeggeranno a Garlenda il loro 30° anniversario di matrimonio) e Brian e Margaret Byrne. L'Irlanda quest'anno è la Nazione ospite d'onore e per essere presenti hanno percorso ben 2,500 km con le loro storiche auto.

 

Dopo i festeggiamenti per il 62° compleanno della bicilindrica, svoltisi oggi al Museo della 500, si entra davvero nel vivo della manifestazione con la cerimonia inaugurale di domani mattina alle ore 10, quando avverrà la presentazione del programma da parte del Direttore del Meeting Alessandro Scarpa e l'apertura della mostra dedicata alle t-shirt del raduno. Il Museo “Dante Giacosa”, infatti, per tutta l'estate proporrà l'esposizione delle magliette che sono state realizzate durante le varie edizioni del Meeting, per le quali è stato scelto un originale allestimento stile... panni stesi!

 

Nel pomeriggio, con partenza dalle ore 14, è previsto il giro turistico ad Andora, con visita all'Azienda Agricola Cascina Praie, il successivo posizionamento delle vetture nel centro storico e sulla passeggiata - con possibilità per chi lo desidera di un tuffo in mare - e, sempre all'insegna della scoperta delle tipicità di questo territorio, ci sarà anche un momento dedicato alla Cipolla Belendina, tutelata da un Presidio Slow Food.

 

Dalle 18 a Garlenda al Parco Villafranca è previsto il “500 Beach Party”, un aperitivo con DJ set, e, dalle 21,30 Disco Dance. L'ormai tradizionale “Alassio By Night”, con le 500 sul molo e bagno di mezzanotte, sarà quest'anno preceduta dalla cerimonia di posa della piastrella dedicata al Fiat 500 Club Italia sul celebre Muretto di Alassio. (4 lug.)

 


Coppa delle Alpi: aperte le iscrizioni

Fino a lunedì 30 settembre sarà possibile iscriversi alla prima edizione della Coppa delle Alpi, prima gara invernale di regolarità per auto storiche organizzata da 1000 Miglia srl.  Assente dalle scene dopo le due edizioni organizzate dall’ACI Brescia nel 2011 e 2012, la competizione si svolgerà dal 4 al 7 dicembre 2019, articolandosi in quattro tappe attraverso alcune tra le località montane più suggestive di Italia, Austria, Germania e Svizzera. Il know-how di 1000 Miglia Srl, la società che dal 2013 organizza la 1000 Miglia, verrà declinato nel primo evento invernale: 1200 km percorsi, 15 Passi Alpini, Prove Cronometrate e Prove di Media.


Alla gara, inserita ufficialmente nel Campionato Italiano Grandi Eventi, potranno essere iscritte le vetture comprese tra il 1° e il 6° raggruppamento, costruite dal 1919 al 1976, e in possesso di almeno uno dei seguenti documenti: Certificato Registro 1000 Miglia, Fiche ACI Sport, Lasciapassare di regolarità auto storiche FIA, ID FIVA, HTP FIA, HTP ACI, Certificato di iscrizione al Club ACI Storico, Certificato di omologazione o d’identità ASI o Certificato d’iscrizione al Registro Storico Nazionale AAVS. Tutte le informazioni, gli aggiornamenti, il programma e la procedura di iscrizione sul sito ufficiale www.coppadellealpi.it (2 lug.)