Altri articoli...

L’ultimo sorriso di Piero Camoirano

Si apre con una pagina nera la nuova stagione rallystica genovese. Nei giorni scorsi è infatti mancato improvvisamente Piero Camoirano, papà di Ilaria, una tra le più attive “naviga” locali dell’ultima generazione. Classe 1955, Piero, pur non essendo un assiduo praticante dei rally, era diventato molto popolare nell’ambiente dei rally genovesi.


C’era entrato partecipando al Corso Navigatori della SCR nel 2013 – ricorda Andrea Romualdi, all’epoca dirigente della scuderia genovese - "trascinato" dalla figlia: sin da subito aveva legato con tutto il gruppo per il suo carattere aperto, allegro e empatico con le persone. Dopo un anno di spinte da parte di tutti, soprattutto di Ilaria, decise di fare il grande passo e prese posto sul sedile di destra con lei alla Ronde Val d’Aveto del 2014. Simpatico, affabile, d'incontro con tutti, era una delle anime delle varie feste: ci si divertiva parecchio con lui, era sempre pronto a dare una mano e a mettere a disposizione il suo tempo per poter "fare qualcosa". Chi l'ha conosciuto bene proverà sicuramente un grosso vuoto perché era una persona che riempiva… la stanza: quando entrava, bastava vedere il suo sorriso per infondere allegria”.


Sorridente, simpatico, portato a fare gruppo e sempre disponibile. “Piero era una persona d'oro – ricorda Edoardo Crocco – un casinista, in maniera simpatica, da oscar e con una devastante voglia di vivere. Con sua figlia hanno corso insieme solo una volta ma, quando correva Ilaria, è sempre stato presente sui campi di gara”. L’ultimo saluto domattina, alle ore 9, presso la chiesa Natività di Nostro Signore, in via San Giovanni Battista, a Sestri Ponente. A Ilaria e a tutta la sua famiglia le nostre più sentite condoglianze. (5 gen./ph tratta dal profilo facebook)


 


Il 2017 agro-dolce di Stefano Bianchi

Amaro finale di stagione per Stefano Bianchi. L’epilogo del 2° Rally day “Il Grappolo” ha reso, infatti, un po’ agro il bilancio 2017 del giovane pilota genovese, in lizza nella gara piemontese con Giorgia Lecca e al volante della sua Peugeot 106 (ph) di classe N1. “Potevamo arrivare in fondo ed anche in maniera soddisfacente – ricorda il portacolori della scuderia Racing for Genova – ed invece siamo stati costretti al ritiro nel corso dell’ultima prova speciale per una lieve uscita di strada: in pratica ci siamo appoggiati in un fosso da cui non era possibile uscire all’istante. Mi spiace molto per questo, un piazzamento avrebbe suggellato egregiamente un 2017 che per me è stato un anno molto importante”. Al momento del ritiro, Stefano Bianchi occupava la ventisettesima posizione assoluta.


Nel bilancio agonistico del 2017 di Stefano Bianchi, però, c’è anche una prestazione importante, che merita di essere ricordata: la partecipazione, ad inizio luglio, all’11 Rally “Golfo dei Poeti”, a cui ha preso parte sempre con la sua 106 ma in coppia con Serena Barsanti, conseguendo la seconda posizione finale di classe N1. “Alla Spezia – ricorda ancora il pilota genovese – era andata decisamente meglio anche se fisicamente, in quel periodo, non ero molto in forma e stavo portando avanti un sacco di importanti iniziative personali”.


Il bilancio dice: due rally, un arrivo ed un ritiro. “Nel complesso sono soddisfatto – conclude Stefano Bianchi – anche se non nascondo che l’amarezza dopo il ko al “Grappolo” era davvero tanta. Ad ogni modo, ho aggiunto un po’ d’esperienza alla mia breve carriera: due partecipazioni di cui farò tesoro nella prossima stagione in cui spero di avere l’opportunità di disputare un numero di gare maggiori e, soprattutto, di partecipare al Rally della Lanterna”. (27 dic.)

 


Motor Show 2017: Roberto Malvasio soddisfatto

Protagonista del “Trofeo Italia Sport Prototipi” con l’Osella PA21

 

Riflettori spenti al Motor Show 2017 e sipario calato anche sulla stagione di Roberto Malvasio, uno tra gli otto piloti protagonisti del "Trofeo Italia Sport Prototipi”, disputato nell’Area 48 Motul Arena della rassegna bolognese. Il driver di Ronco Scrivia ha partecipato alla sfida con una Osella PA21 Evo 2000 (ph) di classe CN2, messagli a disposizione dalla Catapano Corse, arrivando sino ai quarti di finale della gara, fase in cui ha dovuto arrendersi a Gianluca Carboni, risultato poi il vincitore assoluto della manifestazione.

 

“E’ stata una gran bella esperienza – ha rilevato il portacolori della Winners Rally Team – formativa, emozionante e divertente, specie nella giornata di test disputata sul circuito di Modena, un impianto giusto per conoscere a fondo le vetture con cui si corre. In gara, visto il blasone degli avversari, non avrei pensato di riuscire ad arrivare ai quarti di finale ma l’Osella di cui disponevo, pur manifestando una certa sofferenza a livello di pneumatici, si è rivelata eccezionale in pista oltre che molto prestazionale: un prototipo da guidare con molta attenzione, considerato che si girava a quasi 100 km/h di media, ma con cui mi sono trovato a mio agio”.

 

“Sono molto soddisfatto di aver partecipato a questo evento prestigioso – ha aggiunto Roberto Malvasio - che è stato la ciliegina sulla mia torta della stagione 2017, una buona annata trascorsa a gareggiare sulle più belle e prestigiose cronoscalate del Civm ed in cui ho avuto anche l’opportunità di disputare una gara al volante della Ford Fiesta R5”. (13 dic.)


Roberto Malvasio al Motor Show con una Osella PA21

Mercoledì sarà in lizza per il “Trofeo Italia Sport Prototipi”


Dopo una stagione trascorsa quasi interamente a fare esperienza sulle cronoscalate più prestigiose del Civm alla guida della Radical SR4, il genovese Roberto Malvasio sarà tra i protagonisti del Motor Show 2017. Il portacolori della Winners Rally Team, infatti, é uno degli otto piloti - quattro praticanti le gare in pista ed altrettanti le salite – selezionati per dar vita all'atteso "Trofeo Italia Sport Prototipi", in programma mercoledì 6 dicembre, nell’Area 48 Motul Arena, e a cui il driver di Ronco Scrivia prenderà parte al volante di una Osella PA21 Evo 2000 (ph) di classe CN2 che gli sarà messa a disposizione dalla Catapano Corse.


"Sono davvero onorato - osserva Roberto Malvasio – di essere stato scelto, insieme ad altri sette quotati piloti, per partecipare a questo atteso evento che si annuncia molto interessante. Sono contento di questa bella opportunità: per me é davvero una grande soddisfazione oltre ad un'occasione di grande visibilità. Spero di fare bene e di non sfigurare al cospetto di avversari più quotati e con maggior esperienza di me. Non conosco la vettura: martedì, però, é prevista una serie di test a Modena".


Gli avversari di Roberto Malvasio saranno Edo Varini, Maurizio Pitorri, Niccolò Magnoni, Stefano Crespi, Gianfranco Giorgio, Filippo Cuneo e Stefano Gazziero. L’Osella PA21Evo di classe CN2, la vettura che utilizzerà in gara il portacolori della scuderia Winners Rally Team, è realizzata su un telaio in tubi quadrilateri pannellato in fibra di carbonio, monta un motore Honda 2.0 16V 260 CV con cambio sequenziale e pesa 575 kg. Info sulla gara all’indirizzo http://motorshow.it/it/trofeo-italia-sport-prototipi. (3 dic.)


Lanterna Corse con il Presidente al Rally di Castiglione Torinese

Operazioni preliminari in corso, prima del via che sarà dato domattina alla 9:01, al 1° Rally Day di Castiglione Torinese - “Trofeo delle Merende”. Centoventicinque gli equipaggi iscritti: con il numero 1 l’astigiano Jacopo Araldo, insieme al’imperiese Lorena Boero sulla Renault Clio S.1.6, che se la vedrà per il successo assoluto soprattutto con l’analoga vettura del conterraneo Damiano Chiesa, in gara con la savonese Camilla Gallese.


Lanterna Corse Rally Team schiera il Presidente

A Castiglione Torinese il presidente Piergiorgio Sforzini, fermo da qualche stagione per dedicarsi al ruolo di preparatore e di meccanico, indosserà nuovamente tuta e casco e si calerà nell’abitacolo della Renault Clio R3C, che condividerà con Paolo Rocca. La trasferta del team genovese sarà completata da un’altra partecipazione di rilievo, quella di un’altra Renault Clio, ma nella più recente versione R3T, che sarà affidata a Gianluca Caserza ed Erika Badinelli. Dopo la bella vittoria nel Trofeo Renault Twingo R1 nella IRCup e la buona prestazione al Rally della Lanterna, per il giovane driver genovese arriva una partecipazione non programmata, grazie anche ad un regalo inaspettato. “Ancora non ci credo - ha dichiarato Caserza entusiasta -  Erika, un gruppo di amici, la mia scuderia e la Gima Autosport hanno voluto farmi una sorpresa, unendo le forze per darmi la possibilità di provare la nuova Clio in gara. Ovviamente non partiamo pensando al risultato, perché saliamo su un’auto completamente nuova, che andrà capita metro dopo metro, i chilometri della gara non saranno sufficienti per poter prendere la dovuta confidenza con il mezzo, ma siamo sicuri che ci divertiremo”. A completare la trasferta Torinese della Lanterna Corse Rally Team ci saranno Alberto Verardo e Cristina Rinaldis, che con la loro Renault Clio daranno l’assalto alla classe N3, categoria che hanno dominato nella Coppa Italia Prima Zona.


Racing for Genova Team al via con tre equipaggi

Non ci saranno solo Andrea Tomaino – Andrea Segir (Citroën C2 S1600) e Davide Craviotto – Marta De Paoli (Clio R3C) a difendere i colori della sempre attivissima scuderia genovese. A Castiglione Torinese saranno in gara, con una Renault Clio, anche Alessandro Lazzara e Fabrizio Boattini, intenzionati a giocarsi bene le loro carte nell’affollata e sempre impegnativa classe N3.

 

Davvero tanti i liguri in gara

Davvero nutrita la rappresentanza ligure in gara a Castiglione Torinese: oltre ai già citati troviamo nostri portacolori regionali un po’ in tutte le classi. Nella R3C ci sarà anche il savonese Andrea Pulvirenti, con Marco Rosso e la Clio (Meteco Corse), mentre nella R2B ci sarà la Peugeot 208 (Eurospeed) degli imperiesi Flavio Tarantino – Luciano Campanella e due “naviga”, la genovese Giulia Patrone ed il ponentino Bruno Banaudi, rispettivamente impegnati a fianco di Monica Caramellino e Simone Giordano. Nella N3, favori del pronostico per la Clio (Meteco Corse) del genovese Giovanno Ferrando, che avrà al suo fianco Ilenia Olivo; nella N2, invece, riflettori puntati sui genovesi Gabriele Lanza e Francesco Zambelli (Peugeot 106 – Pro Rally 2001). Chiude il gruppo la “santostefanese” Laura Bottini, chiamata a leggere le note a Andrea Da Lozzo sulla Fiat Seicento (Meteco Corse) di classe A0.

 

Anche la VM Motor Team con tre equipaggi

La scuderia guidata da Moreno Voltan schiererà tre equipaggi al Rally di Castiglione Canavese. La pattuglia VM sarà capitanata da Giovanni Di Carlo, che in coppia con Massimo Iguera affronterà il rally day a bordo di una Renault Clio R3C, vettura che in questo tipo di gare può permettere di lottare per le prime posizioni assolute. Due Peugeot 106 prenderanno il via in classe A6, portate in gara da Marco Petracca con Stefano Sandrigo e da Paolo Caretti con Diego Bonando.

 

Una 106 al via per la EfferreMotorsport

La scuderia EfferreMotorsport sarà al via della gara di Castiglione Torinese con i torinesi Stefano Bossuto e Nancy Bondì, su una peugeot 106 di classe A5. (25 nov./nella ph: Caserza e Sforzini)