Rally Valli Genovesi: Ameglio favorito, Leoni e De Micheli outsider

Cinquantasei equipaggi iscritti - Ouverture storica con la parata “Mare e Monti”


E’ questione ormai di poche ore, il Rally delle Valli Genovesi sta per tornare realtà con l’undicesima edizione organizzata dalla Lanternarally, con il patrocinio dell’Aci Genova e del Municipio Ponente del Comune di Genova. Gli organizzatori hanno ufficializzato l’elenco iscritti, formato da cinquantasei equipaggi e da otto vetture che sfileranno per la parata “Mare e Monti”, un’iniziativa alla quale parteciperanno alcuni partecipanti del mitico Trofeo A112, tra i quali spiccano i nomi di Enrico Volpi, Gigi Perugia, Carlo Pasero e Marco Pedemonte. Le indimenticabili Autobianchi torneranno a rombare sulle prove speciali del Valli Genovesi, per la felicità degli appassionati. Completeranno la parata Miglioli (Lancia Fulvia 1300), Pittarella (Lancia Fulvia 1600), Caldarera (Alfa Romeo Alfetta Gtv) e Alberto Bonamini (Porsche Carrera).


Toccherà invece all’equipaggio Rocchieri - Rocchieri su Subaru Impreza (unica vettura della classe N4) aprire le danze con il numero uno sulle portiere, mentre nella classe Super 1.6 spiccano i nomi di Franco Leoni e Manuel De Micheli, entrambi su Renault Clio. Due generazioni di piloti vincenti a confronto, l’esperto piacentino ed il giovane ligure daranno certamente vita ad una sfida entusiasmante, alla quale parteciperanno certamente i concorrenti diretti genovesi Biggi (Renault Clio) e Andrea Tomaino (Citroën C2). Occhi puntati anche sui concorrenti, tutti su Renault Clio, della Classe R3C, dalla quale potrebbero arrivare sorprese, con diversi pretendenti al podio assoluto. Da segnalare il ritorno sulle strade di casa del genovese Mezzogori, che se la vedrà con il giovane Volpi, in cerca di un risultato di prestigio sulle prove speciali dietro la sua Pegli, con il savonese Gallo e con l’altro genovese Ferrando (nella foto, by Photobriano).


Attenzione anche alla classe A7, composta da sei Renault Clio e dalla temibile Peugeot 205 di Albino Condrò. I possibili outsider potrebbero essere il genovese Venturini e l’esperto savonese Sandro Rossi, che se la vedranno con Ciocca, Garziano, Timoneri e Roberto Malvasio, al ritorno nei rallies. Solo una vettura sarà al via della R2B, la Renault Twingo di Cattalano, mentre otto equipaggi scalpitano in classe N3. Da segnalare il ritorno del genovese Sciutto, pronto a sfidare Antonio e Roberto Annovi, Tabacco, Verardo, Scicolone, Ieraci e Cerutti. Quattro le vetture in classe A6, tra cui le 106 dell'imperiese Danilo Ameglio, uno tra i favoriti per il successo finale, e del locale Alessandro Multari, seguite da una RS4, sei A5 e ben sedici N2. Due i partecipanti in classe A0, seguiti da una N1 ed  una RS2. Ricordiamo che il format del Rally Day non prevede la partecipazione delle classi WRC, Super 2000, R4, R5 ed A8, quindi le top class saranno N4 (con potenza ridotta), Super 1.6 ed R3C.


La manifestazione entrerà nel vivo a partire dalle 9.30 di sabato 1 novembre, con le verifiche sportive presso il Bar Franca di Pegli, presso il quale per l’occasione saranno esposte foto storiche del rallismo genovese, mentre le verifiche tecniche troveranno spazio nella fascia di rispetto di Genova Prà. L’elenco ufficiale dei partenti sarà pubblicato alle 16 presso l’Hotel Mediterranèe, sede del quartier generale della manifestazione. Gli appassionati potranno poi trascorrere una piacevole serata sul lungomare di Pegli e nelle altre zone del quartiere, interessate da iniziative particolari organizzate in occasione del Rally Valli Genovesi. La partenza è prevista per le 9.30 di domenica 2 novembre sul lungomare, poi i concorrenti si sfideranno sulle due prove speciali “Acquasanta” e “Giutte”, da ripetere tre volte. L’arrivo della prima vettura è previsto per le ore 16.20, con premiazione sul palco. (31 ott.)