Sull'appennino ligure - piemontese la sfida del 12° Rally delle Valli Genovesi

Tra i protagonisti certa la presenza del mitico Italo Ferrara con la Ford Fiesta R5.


Manca ormai una settimana all’appuntamento con il 12° Rally delle Valli Genovesi, il secondo dopo la rinascita avvenuta nel 2014 per mano della Lanternarally. Nonostante la giovane età la manifestazione segna già un passo importante nel percorso di crescita sportiva, passando dal format del Rallyday a quello Nazionale. Sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre le auto da rally torneranno quindi ad animare il ponente genovese ed il relativo entroterra, con il percorso che si estenderà anche in Piemonte, nel comune di Ovada. Dal quartiere genovese di Pegli, infatti, i concorrenti affronteranno per prima la PS “Giutte”, sulla strada che dalla località Acquasanta si inerpica verso il Passo del Turchino. La prova non è altro che l’unione dei due settori utilizzati per il Rallyday del 2014, lievemente modificati nelle parti iniziale e finale. Da segnalare il tratto centrale, con ampi spazi per il pubblico, che avrà la possibilità di osservare i concorrenti per un lungo tratto.


Superato il controllo stop sul Passo del Turchino, l’itinerario proseguirà sull’Autostrada A26 da Masone ad Ovada per la seconda prova speciale, la “Ciazze”. Una strada nota ai rallisti dei decenni passati, che sarà riproposta dopo un lunghissimo periodo. I concorrenti rientreranno poi in Liguria, transitando per Rossiglione, prima di svoltare per la terza prova speciale, la “Mongrosso”, nel comune di Campoligure. Si tratta di una prova inedita, altamente tecnica e spettacolare, dotata di un ottimo fondo stradale, con un percorso a ferro di cavallo che parte ed arriva nei pressi della strada statale del Turchino. Per il rientro al Prà, dove saranno allestiti il parco assistenza ed il riordino, le vetture percorreranno nuovamente la A26, da Masone a Genova Pegli.


Trapelano ancora poche news sui nomi dei protagonisti del Valli Genovesi, in attesa dell’elenco iscritti ufficiale; gli organizzatori però sono onorati di poter annunciare la presenza di Italo Ferrara al volante di una Ford Fiesta R5. Il pilota alessandrino è considerato una vera e propria leggenda vivente dal rallysmo italiano e porterà in gara la vettura attualmente regina delle gare nazionali. La caccia al successore di Danilo Ameglio, vincitore nel 2014 (nella foto) è ufficialmente aperta. (25 ott.)