E’ già sfida tra Robert Kubica e “Ino” Corona

   Vigilia di attesa per la seconda edizione della Ronde di Andora, che dà il via ufficialmente alla stagione dei motori in Liguria. Si corre Domenica 6 Febbraio dopo un sabato dedicato alle Verifiche Tecniche e sportive alla ricognizione del percorso e, novità di questa edizione, lo Shakedown: la stagione 2011 dei rally è pronta a scattare nel migliore dei modi. Organizzata dalla RST Sport anche nel 2011 assegnerà il memorial Roberto Melotto. Le novità riguardano soprattutto il tracciato in parte rinnovato e la possibilità per i concorrenti di effettuare lo Shakedown su un tratto di strada nel territorio di Andora. L’evento entrerà nel vivo Sabato 5 Febbraio con le verifiche tecniche e Sportive che si svolgeranno nella centralissima via dei Mille dalle 8.00 alle 12.30 mentre dalle 11.00 alle 14.00 sarà possibile prendere il via per lo shakedown. La gara scatta Domenica 6 Febbraio alle 0re 7.31 dal Porto Turistico di Andora zona dove verrà allestito inoltre il Riordino e l’arrivo finale con la cerimonia di premiazione intorno alle 16.30. Quattro i passaggi previsti sulla prova speciale, tutta in asfalto, lunga tredici chilometri e trecentocinquanta metri denominata “Val Merula” che prende il via nei pressi di Stellanello. Una prova che vedrà il passaggio del primo concorrente una prima volta alle 8.22 mentre i passaggi successivi prenderanno il via rispettivamente alle 10.48, 13.14, 15.58.  C’è grande attesa per un elenco degli iscritti che promette spettacolo. Occhi puntati ovviamente su Gioacchino Corona il quale è ben deciso a continuare la striscia positiva iniziata ad Albenga e continuata anche a Imperia nel finale della passata stagione. Il driver di Villafaraldi sarà in gara sulla Peugeot 307 Wrc. Star della manifestazione, Robert Kubica, il quale ha assicurato in extremis la sua presenza a bordo di una Skoda Super 2000.  Con le Super 2000 saranno inoltre al via Mauro Moreno e Corrado Bonato sulla Peugeot 207. Con la stessa vettura anche Paolo Bernardi e Ilvo Beltrando. Sfida calda anche fra le Super 1.6 con Danilo Ameglio in gara sulla Peugeot 206, i fratelli Aragno e Alternin. Molto nutrita anche la classe R3 dove spiccano Brugo, Laco, Andolfi junior, Roncoroni e il piemontese Bosca. Ma a tenere banco alla vigilia è certamente la sfida nella Classe FA7 che vede al via Cantamessa, Patrizia Sciascia, che ha lasciato in questa occasione il timone di comando della gara per non mancare da protagonista a questa sfida, Orengo, Calleri, all’esordio al volante di una Clio Williams dopo innumerevoli gare sul sedile di destra, Vigo, Salati, Casano, Guidi, Condrò, Toia e i rientranti Botta e Fiora, quest’ultimo campione europeo negli anni 90 proprio su una Clio Williams. Fra le iniziative collaterali da segnalare il “Fugassa Point”: i concorrenti dopo il riordino si fermeranno brevemente sull’Aurelia dove verrà loro offerta la focaccia locale. (1 feb.)