Genova e l’entroterra attendono il Rally della Lanterna

Il weekend del 2-3 maggio si avvicina a grandi passi e a Genova fervono i preparativi per il 30° Rally della Lanterna – 17° Rally Appennino Ligure. Il secondo appuntamento del Campionato Italiano WRC, neonata serie che strizza l’occhio ai gentleman driver, promette tantissime novità e sarà certamente una tappa fondamentale nel cammino del nuovo campionato nazionale, inaugurato con successo dal Rally Mille Miglia di Brescia, che ha visto trionfare Luca Pedersoli, certamente uno dei piloti più attesi dal pubblico ligure.


Il Rally della Lanterna sarà valido anche per la Michelin Rally Cup, trofeo istituito ed ideato dalla casa francese costruttrice di pneumatici, che ha stanziato un montepremi di tutto rispetto per i vincitori. La Michelin Rally Cup è aperta a tutti i piloti che utilizzano le coperture transalpine e darà ulteriore lustro alla kermesse genovese. Sono quindi tanti i motivi di interesse che ruotano attorno al nuovo Campionato Italiano WRC, che fa del Rally della Lanterna uno dei propri pilastri. La manifestazione propone da sempre uno standard organizzativo e logistico elevato, coniugando la vita di una grande città con quella dell’entroterra ligure, ricchissimo di luoghi da scoprire, anche grazie al Rally. Le strutture ricettive e commerciali delle valli genovesi interessate dalla manifestazione possono contare su un notevole indotto generato dal Rally della Lanterna, che ogni anno richiama nel capoluogo ligure e nelle valli Fontanabuona, Trebbia, Scrivia, Bisagno e Polcevera decine di migliaia di appassionati, provenienti da ogni angolo d’Italia e dalle nazioni europee che si affacciano sui confini limitrofi.


Confermata anche la validità per il Trofeo Rally Nazionali, zona Liguria e Lombardia; la gara nazionale partirà in coda a quella valida per il Campionato WRC ed avrà un percorso leggermente ridotto. Questo permetterà a molti piloti privati di partecipare ad una delle gare più apprezzate d’Italia, in un periodo non certo facile per i partecipanti delle classi minori, che spesso curano di persona la propria auto nel garage di casa. Il nuovo campionato è stato accolto nel migliore dei modi dagli organizzatori e dai piloti, che potranno così continuare ad utilizzare le vetture WRC, le vere regine del rally, sia con le motorizzazioni 2.0 che 1.6.


Tra le novità più attese dagli appassionati, ma soprattutto dagli equipaggi, sicuramente c’è il nuovo percorso, con una prova speciale con tanto di dedica particolare da parte degli organizzatori. Il nuovo settore cronometrato, che sostituirà la prova “Portello”, si chiama “My Way”, in onore al mitico Frank Sinatra. La spiegazione è semplice: uno degli abitati attraversati dalla prova speciale è Rossi, paese di origine della mamma del cantante italoamericano più famoso di tutti i tempi. Un legame col passato storico della regione, ma anche con quello sportivo, dato che l’ultima edizione del “Lanterna” a transitare sulla PS fu quella del 2000, valida per il Campionato Italiano 2 Litri e vinta da Renato Travaglia sulla mitica Peugeot 306 Maxi. “My Way” misurerà 13,8 km, con partenza presso la frazione di Ognio, nel comune di Neirone. Dopo aver attraversato gli abitati di Bossola, Crovara e Rossi, i concorrenti taglieranno il traguardo poco prima dell’innesto sulla SS 45 nel comune di Torriglia. Confermate le prove speciali “Massimo Canevari”, di 26,7 km e “Torriglia”, che sarà allungata leggermente, arrivando a 10,25 km.


Il percorso compatto, con le tre prove speciali vicine e facilmente raggiungibili dal pubblico, fa del Rally della Lanterna una delle gare più accessibili per gli spettatori, che possono contare su numerose zone per godersi lo spettacolo in sicurezza. L’occasione migliore è però rappresentata dalla prova spettacolo indoor, che aprirà la manifestazione venerdì 2 maggio alle ore 20, all’interno del Palasport della Fiera di Genova. Un evento unico nel suo genere, che continua a regalare emozioni al pubblico, grazie alla volontà della Lanternarally e di tutti i sostenitori del Rally della Lanterna.


Il conto alla rovescia per l’edizione numero 30 del Rally della Lanterna, in programma per il 2-3 maggio, è ufficialmente iniziato lo scorso 2 aprile, con l’apertura delle iscrizioni. I concorrenti potranno infatti richiedere l’adesione al 30° Rally  della Lanterna – 17° Rally Appennino Ligure fino a lunedì 28 aprile, come previsto dal programma ufficiale. Questo prevede la consegna dei road book già nella serata di mercoledì 30 aprile, a Torriglia presso la “Torriglietta”, dalle 18 alle 20. L’operazione proseguirà poi giovedì 1 maggio, dalle 9 alle 13. La giornata festiva sarà dedicata anche alle ricognizioni del percorso, in programma dalle 9 alle 19.


I motori invece si accenderanno nella mattinata di venerdì 2 maggio dalle 10 alle 13.30, con lo shakedown (test con vetture da gara) a San Bartolomeo di Savignone, (GE) in Valle Scrivia, facilmente raggiungibile dal casello autostradale di Busalla. Il parco assistenza dello shakedown sarà allestito presso la Croce Verde di Casella (GE), che ospiterà anche le verifiche sportive e tecniche. Gli equipaggi che non partecipano allo shakedown potranno invece svolgere le verifiche alla Fiera di Genova, a partire dalle 12.30. Nel pomeriggio poi sarà la volta delle ricognizioni della prova speciale Palasport, mentre nelle aree esterne della fiera sarà allestito il parco assistenza. Il quartiere fieristico presenterà alcune novità logistiche per gli addetti ai lavori, con il quartier generale che sarà allestito nella nuova sede del padiglione B, in una location direttamente affacciata sul mare.

 

Il via ufficiale è previsto alle 20.01, orario di ingresso nel Palasport della prima vettura. Gli equipaggi poi riprenderanno la via per le prove speciali dell’entroterra genovese dalle 8.30 di sabato 3 maggio, mentre l’arrivo ufficiale è previsto rispettivamente alle 17.30 ed alle 18 in Piazza De Ferrari per il Rally Nazionale e per il Campionato Italiano WRC. (9 apr./nella foto Paolo Porro, vincitore 2013)