Trofeo Rally Asfalto: a Sanremo la prima finale

   Il 53° Rally di Sanremo è la prima delle due finali del Trofeo Rally Asfalto 2011. La gara dall’illustre storia si svolgerà venerdì 23 e sabato 24 settembre nell’entroterra ligure a ridosso della Città dei Fiori. La seconda finale è prevista il 21 e 22 ottobre al Rally di Como.A contendersi i punti decisivi per la rincorsa al T.R.A. saranno i migliori protagonisti della serie riservata ai raly su asfalto, reduci dai due gironi in cui si è suddivisa la stagione in corso. La gara è anche fase finale per il Trofeo Peugeot Competition 207 Top e per la Suzuki Rallye Cup.Particolare attenzione dei media verso le finali del T.R.A., infatti, per sabato 24 settembre è prevista da Sanremo una diretta di un’ora e mezza dalle 17.30 su RAI Sport, con differita della prova speciale “Sanremo”. In serata sulla stessa rete RAI alle 23.30 circa, uno speciale sulla gara. Lotta di vertice tra le world rally car, le protagoniste delle scene iridate del recente passato ed i loro equipaggi. Con il bottino più nutrito arrivano in finale i bresciani Luca Pedersoli e Matteo Romano, sulla Citroen C4 WRC – Magneti Marelli, forti delle vittorie nel girone “A” che hanno chiuso al comando, in Val D’Aosta ed in Sicilia, l’equipaggio e la squadra hanno lavorato sulla vettura francese per usarne appieno il potenziale sulle impegnative prove liguri. Solo due punti di gap per i lariani della Scuderia Etruria Felice Re e Mara Bariani, secondi di girone e con la vittoria a Genova all’attivo. Per i comaschi è la prima volta al Sanremo, ma pilota e navigatrice hanno lavorato sodo sul set up della Citroen C4-Tam Auto e hanno dimostrato in più occasioni di saperci fare sulle prove strette ed insidiose. Due leader del girone “B”, dopo il forfait del comprimario Cavallini, arrivano in finale i toscani Rudi Michelini e Michele Perna su Ford Focus WRC ed il comasco Corrado Fontana navigato dall’esperto copilota di casa Nicola Arena sulla nuova Mini Jhon Cooper. Michelini e Perna, dopo il terzo posto alla Marca con la Citroen C4, hanno centrato la bella vittoria al Rally Appennino Reggiano con la Ford Focus WRC del Team Procar, vettura con la quale l’equipaggio Movisport ha avuto un feeling immediato, correndo poi al Proserpina da primo attore fino allo sfortunato ritiro sul finale. Per Fontana, alfiere Bluthunder, ad un avvio faticoso alla Marca, con la vettura in piena fase di sviluppo, ultima nata nel panorama rallistico Mondiale e curata dalla Grifone, due secondi posti in Emilia e Sicilia, sono stati utili per raggiungere la vetta del girone. Più indietro in classifica ma pronto al recupero è anche il sempre energico Luigi Fontana sulla Peugeot 206 WRC sulla quale a leggere le note sarà l’esperto Roberto Mometti. Presenza estemporanea ma probabile ago della bilancia a Sanremo sarà il più volte Campione Italiano Piero Longhi che affiancato da Gigi Pirollo continuerà lo sviluppo della nuovissima Mini Jhon Cooper WRC, con la quale è alla sua seconda gara.Il duello per la classifica Super 2000 sarà tra i due capi girone con le Peugeot 207 S2000, curata da Terrosi quella del siciliano Alfonso Di Bendetto navigato da Alessandro Michelet, reduce da due successi pieni di categoria ad Aosta e Genova; Della Twister quella degli emiliani Roberto Vellani e Luca Amadori, che hanno all’attivo due successi in casa a Reggio Emilia e ad Enna, a cui hanno aggiunto i punti del 2° posto alla Marca.Più ampia la sfida tra i pretendenti al gruppo N, tutti sulle Mitsubishi. Appaiati in testa al girone “A” di categoria sono il piemontese di Carmagnola Ginafranco Vedelago, vincitore di gruppo ad Aosta ed alla Lanterna, poi ritirato in Sicilia con la sua Lancer EVO IX. Stessa vettura per il pilota di casa Roberto Barchi che ha fatto il pieno di punti proprio al Proserpina, gara ricca di vicissitudini per lui, mentre ha collezionato un terzo ed un quinto posto rispettivamente a Genova ed al Val D’Aosta. Ha concluso saldamente in vetta il girone “B” l’emiliano Marco Belli che ha realizzato punteggio pieno all’Appennino Reggiano ed al Proserpina con la versione EVO X della 4x4 turbo giapponese, mentre si è ritirato alla Marca. A tentare la scalata ci sarà anche il siciliano Mario La Barbera, anche lui sulla EVO X, sfortunato in casa dove è stato costretto al ritiro per uscita di strada.In gruppo R3 il piemontese Fulvio Morra deve riscattarsi del ritiro al Proserpina con la Renault New Clio e puntare dritto al successo di categoria, come il toscano Stefano Sinibaldi su Citroen C2 R2, che dopo i punti del secondo di girone “”A” al Proserpina, ha ipotecato la classifica R2. Sempre in R2 debutto per la nuova Suzuki Swift affidata al bergamasco Giampietro Bendotti, trasparente però ai fini del T.R.A. A contendersi il gruppo N due ruote motrici il bolognese della Pistoia Corse Michele Modugno su Renault Clio RS, che ha già allungato le mani sulla classifica Under 25, bravo ma sfortunato protagonista che ha fatto il pieno di punti alla Marca ma ha poi collezionato due ritiri all’Appennino Reggiano ed al Proseprpina, mentre con il doppio dei punti entra in finale il portacolori della ligure Dagda Sport Giovanni Lanza con la Honda Civic Type-R, dopo il bottino pieno di Aosta e Lanterna.La gara del T.R.A. è la prova finale del Trofeo Peugeot Competition 207 R3T Top, dove è ancora tutto da giocare tra i principali pretendenti al successo, a pari punti sono il toscano dell’Autovarellysport Alessio Beneventi ed il piemontese alfiere Meteco Corse Omar Buovier, mentre a poche lunghezze insegue il piacentino portacolori New Turbomark Gabriele Cogni, che a parte il ritiro al Taro è il pilota ad avere accumulato più punti in sole due gare utili. Il 53° Rallye di Sanremo è anche la seconda e decisiva finale della Suzuki Rallye Cup, il monomarca della casa di Hamatsu riservato alle Swift, dove la lotta per il successo è stretta intorno al siciliano Sergio Denaro, che arriva con la vettura nuova in versione R2b e leader della classifica assoluta dopo il successo nella prima finale al Rally del Veneto dello scorso 11 settembre; ad inseguire da vicino sono il convincente giovane emiliano Francesco Arati, il piemontese Corrado Peloso e l’altro esperto emiliano Claudio Gubertini, sfortunato alla prima finale dove è stato costretto al ritiro per la rottura del serbatoio della benzina. Il 53° Rallye di Sanremo sarà finale del Trofeo Rally Asfalto e prova dell’Intercontinental Rally Challenge. La prova del T.R.A. si articolerà su nove prove speciali per un totale di 125,28 Km cronometrati sui 357,04 di percorso di gara. I test con le vetture da corsa si svolgeranno domani, giovedì 22 settembre in località pompeiana. Venerdì 23 settembre dalle 9.00 alle 12.00 le verifiche nel piazzale ex Stazione FF. SS. a Sanremo. La Città dei Fiori sarà sede della partenza alle 19.10 e subito si svolgeranno tre prove in notturna. Sabato 24 settembre si riprenderà alle 6.45 alla volta di altri sei crono prima del traguardo finale previsto per le 16.30 sempre nell’esclusiva cornice sanremese. Classifica Trofeo Rally Asfalto Girone A: 1. Pedersoli punti 20; 2. Re 18; 3. Di Benedetto 9; 4. Sinibaldi 8; 5. Barchi e Vedelago 6. Classifica Trofeo Rally Asfalto girone “B”: 1. Cavallini, Michelini e C. Fontana, 16; 4. Vellani 11; 5. Belli 7. (22 set.)