Il “Sanremo” assegnerà anche la Suzuki Rally Cup

Tutto in una gara. La Suzuki Rally Cup si deciderà al traguardo della 54. edizione del Rally di Sanremo, ultima tappa di un’intensa stagione articolata in sette round, compreso quest’ultimo ligure. Decisivo l’appuntamento programmato per la prossima settimana sulle strade dell’entroterra sanremese lo sarà nella misura in cui sono state avvincenti ed appassionanti le sfide della rincorsa ai titoli. Diciassette sono i concorrenti che nell’anno si confrontati a bordo delle Swift Sport 1600 in versione Gruppo N ed in allestimento Racing Start e, dopo il Rally dell’Appennino Reggiano, prima gara delle due finali, la rosa dei candidati alla corona è aperta a cinque piloti: Damiano Defilippi, Corrado Peloso, Matteo Giordano, Claudio Gubertini e Filippo Visconti. Tanti e tutti, chi più e chi meno, con le aritmetiche probabilità d’affermazione derivanti dal ristretto fazzoletto di quarantasette punti che li comprende; il Rally Sanremo sarà decisivo, destinando al suo vincitore cinquanta punti.  Defilippi, giovane albese portacolori della Meteco Corse attende la gara sanremese dalla posizione di leader della classifica assoluta ma con minor tranquillità rispetto a quella che teoricamente potrebbe avere: il piemontese vede infatti avvicinarsi gli avversari dopo la detrazione di 15 punti dal punteggio conseguito al Rally Appennino Reggiano, in seguito alla sanzione comminatagli dai Commissari Sportivi dopo la lieve irregolarità tecnica della sua vettura riscontrata nel corso delle Verifiche Tecniche d’Ufficio post gara.

Cambiano, quindi, sensibilmente le prospettive di chi rincorre Defilippi. Peloso (nella foto), il “roccioso” aostano che difende i colori della Nordovest Racing, ha dalla sua l’esperienza che potrebbe far la differenza nella tecnica gara imperiese ed ha una sola tattica da adottare: andare all’attacco da subito. La matematica offre alte probabilità anche al cuneese Giordano, con la Swift nei colori Meteco ma in difficoltà ad esprimersi al meglio nella prova emiliana dove è stato costretto a ritiro, l’aritmetica concede ben più di uno spiraglio anche al modenese Gubertini che nella precedente gara di casa al volante della compatta nipponica schierata dalla Millennium Motorsport è riuscito a riportarsi in quota. Sarà una passerella di assoluto rilievo quella che effettuerà il piacentino Filippo Visconti. Autore di una stagione strepitosa al volante di una Swift in versione Racing Start, il pilota della Proracing è quinto della classifica assoluta e leader della categorie riservata alle vetture strettamente di serie. Un primo posto che il lombardo Eugenio Mandelli è nelle condizioni di insidiare partendo alle sue spalle con trentaquattro lunghezze da recuperare con la due ruote motrici nei colori della Valcuvia. Viaggia sulla strada della continua progressione prestazionale la svizzera Stephanie le Coultre, proseguendo nello sviluppo della Swift Sport 1600 della BRC Racing Team ed alimentata a GPL arrivando ad insediarsi al primo posto della graduatoria Swift N Top, precedendo Giordano e l’esperto “Cerutti Gino”. (4 ott.)