Il Rallye di Sanremo ha acceso i motori

Dopo la conferenza stampa di mercoledì in cui si è ribadito il legame fra la Città dei Fiori ed il rally, oggi sono terminate le verifiche tecniche e si è svolto lo shake-down.


La lunga attesa è finita. Questa mattina sul lungomare Italo Calvino , si sono accesi i motori delle 50 vetture che hanno superato le verifiche tecniche e sportive. Il primo atto ufficiale, però, è stata la conferenza stampa che si è tenuta mercoledì mattina presso la  Sala Consigliare del Comune di Sanremo alla presenza dei consiglieri Luca Lombardi e Simone Baggioli, con Sergio Maiga, presidente di ACI Sanremo e del comitato organizzatore pronto a rispondere alle domande degli intervenuti. “Sanremo ha risposto in modo meraviglioso alla nostra richiesta di aiuto e collaborazione. Tutti sono stati molto vicini alla manifestazione, a cominciare dall'associazione albergatorie commercianti per continuare con l'amministrazione comunale, Regione e Provincia. Se la 54esima edizione del Rallye Sanremo si farà è anche merito loro”.

E la 54esima edizione ha preso il via oggi pomeriggio, con lo shakedown che si è svolto sulla strada che da Coldirodi porta a San Romolo, mentre la gara vera e propria, partirà domani, venerdì 12 ottobre, alle ore 14,00 dal lungomare Italo Calvino, per affrontare le prime tre prove speciali, (Coldirodi, chilometri 13,06, ore 14,34; Apricale, chilometri 17,43, ore 14,56 e Bignone, chilometri 10,59, ore 15,23) prima di tornare a Sanremo per il lungo riordino di oltre tre ore in Piazza Borea D'Olmo. A seguire la spettacolare prova in notturna di 44 chilometri denominata Ronde, che si svolgerà nel buio della notte partendo da Coldirodi alle ore 21,00. I concorrenti faranno ritorno a Sanremo per il riordino notturno sul lungomare alle ore 22,46. La prima tappa del Rally di Sanremo misura 142 chilometri, 85,08 dei quali cronometrati. Sabato mattina il 54° Rallye Sanremo riprenderà alle ore 7,40 per la seconda tappa che si svolgerà con due passaggi sulle speciali di Colle Langan, Passo Teglia e Colle d'Oggia, prima di concludersi alle ore 17,25 sul lungomare Italo  Calvino, nello spazio antistante l’ex stazione ferroviaria.

Il 54° Rallye Sanremo è la settima delle otto prove del Campionato Italiano Rally e la dodicesima delle tredici prove dell'Intercontinental Rally Challenge. Per entrambe le competizioni la gara del Ponente Ligure potrebbe essere decisiva. Infatti a livello tricolore Paolo Andreucci - Anna Andreussi (Peugeot 207 S2000) diventeranno campioni tricolori se riusciranno ad arrivare davanti al veronese Umberto Scandola affiancato dal ligure Guido D'Amore. Un confronto che si è sviluppato lungo tutto l'arco della stagione, con il toscano che vuole chiudere il confronto 2012 ed il veneto a caccia della prima vittoria stagionale sul campo. Ago della bilancia sarà il pilota di Cavaso del Tomba (TV) Giandomenico Basso affiancato da Mitia Dotta, che dopo le vittorie al Mille Miglia e sulla terra di San Marino cerca il tris a Sanremo. Una sua vittoria , con la Ford Fiesta RRC, darebbe nuova luce ad una stagione che lo ha sempre visto ai massimi livelli. Ma per la vittoria assoluta sono della partita anche i due portacolori della squadra Škoda ufficiale, ovvero il finlandese Juho Hänninen con il connazionale Mikko Markkula alle note, e il campione rally ceco Jan Kopecký con Paul Dressler sul sedile di destra. Entrambi sono a caccia di un risultato pieno che li riporterebbe ai vertici dell'Intercontinental Rally Challenge, per ora guidato dall'altro pilota Škoda Andreas Mikkelsen. A puntare al successo al Sanremo saranno anche i piloti ufficiali Peugeot a cominciare dall'irlandese Craig Breen, che torna alle gare IRC dopo l'incidente del Targa Florio di giugno e sarà affiancato dal conterraneo Paul Nagle che la vittoria a San Remo l'ha già ottenuta nel 2009 quando conquistò gara e titolo a fianco di Kris Meeke. Su una seconda Peugeot ci sarà l'inglese Harry Hunt, che per la gara ligure abbandona la sua consueta Citroën DS3 per compiere il grande balzo sulla Peugeot S2000. A dar manforte a questi equipaggi si aggiungeranno anche due equipaggi italiani formati dal giovane Stefano Albertini - Simone Scattolin, al via della gara come premio per i successi ottenuti nell'italiana IRCup - Pirelli ed Alessandro Perico - Fabrizio Carrara, che il Sanremo lo hanno già vinto nel 2005. Oltre a loro con la Peugeot 207 S2000 della veneta Power Car ci sarà il pilota corso Pierre Campana con Sabrina De Castelli alle note. (11 ott.)