Rally: Marco Strata e Ylenia Garbero si bevono la "Coppa d’Oro"

I risultati di tutti gli equipaggi genovesi e liguri che hanno preso parte alla gara alessandrina


Tutti li davano per favoriti alla vigilia, Marco Strata ed Ylenia Garbero hanno rispettato il pronostico, dominando la quarantesima edizione del Rally Coppa d’Oro. La coppia della Lanterna Corse Rally Team, a bordo di una Mitsubishi Lancer Evo X R4 (nella foto, di Alquati), ha dominato la competizione alessandrina, aggiudicandosi sei prove speciali sulle otto in programma. Il pilota genovese ha subito chiarito i valori in campo, prendendo il largo già dalle prime battute di gara e lasciando poi agli avversari solo gli ultimi due settori cronometrati. Per Strata si tratta della prima vittoria al Coppa d’Oro, dopo il terzo posto del 2013. Il Rally ha vissuto un finale concitato, che ha visto il ritiro di Massimo Brega e Claudio Biglieri sulle PS7, fermi per un guasto meccanico ad una ruota che ha irrimediabilmente danneggiato la loro Mitsubishi Lancer. Il ko del pavese ha così spianato la strada per il secondo posto allo svizzero Federico Della Casa, affiancato da Domenico Pozzi sulla Ford Fiesta Rrc. Sul terzo gradino del podio sale così Francesco Gally (Mitsubishi Lancer R4 – Meteco Corse), velocissimo con Max Barrera alle note nonostante un’assenza dalle competizioni durata ben 18 anni. Quarta posizione finale per Ivan Ferrarotti e Manuel Fenoli su Renault Clio R3C della Best Racing Team, che proprio sull’ultima PS scavalcano Italo Ferrara e Gabriele Bobbio, ottimi quinti con la Peugeot 207 Super 2000 della Scuderia Monferrato. Giornata da ricordare per Jacopo Lucarelli ed Alessio Ferrari, che con la Suzuki Swift R1B della Scuderia Etruria conquistano la vittoria sia nel Trofeo R1 che nel Suzuki Rally Trophy, due prestigiose serie che hanno scelto il palcoscenico del Rally Coppa d’Oro.


Lanterna Corse Rally Team - L'ultima nata tra le scuderie genovesi torna dal 40° Rally Coppa d’Oro con la prima vittoria assoluta della sua storia, regalata da Marco Strata ed Ylenia Garbero. Per Strata si trattava del debutto al volante della Mitsubishi Lancer Evo X R4, ma nonostante ciò il pilota genovese ha mostrato subito un feeling eccezionale con la vettura, pur non avendola mai utilizzata nella versione aggiornata con le specifiche del gruppo R. Impressionante la progressione del portacolori Lanterna Corse Rally Team, vincitore delle prime sei prove speciali consecutive, con le sole ultime due prove lasciate all’avversario elvetico, quando ormai il vantaggio era tale da poter amministrare in tranquillità la prima posizione in classifica. Per Strata si tratta della seconda vittoria assoluta stagionale, dopo quella ottenuta al Rally Colli del Monferrato ad inizio stagione. Soddisfazione anche per Alberto Biggi e Corrado Bonato, che con la Renault Clio Super 1.6 hanno terminato al primo posto di classe, mentre il Rally Coppa d’Oro non ha sorriso a Fabio Ferrando e Giulia Patrone (Citroen Saxo N2), fermi per la rottura di un supporto del cambio, così come Alberto Verardo e Cristina Rinaldis (Renault Clio Williams N3), costretti ad alzare bandiera bianca per un inconveniente tecnico durante un trasferimento.


Racing for Genova - Buon bottino - due vetture al via ed altrettante al traguardo - per il sodalizio presieduto da Raffaele Caliro. Con un'ottima gara gli evergreen  Mario Tabacco e Giuliano Pozzo hanno  conquistato la dodicesima posizione assoluta con la Renault Clio Rs, risultando alla fine anche i vincitori anche in classe N3. Trentunesima piazza finale, invece, per Fettolini Fabio - Ventoso Nicolò (Suzuki Swift 1600 - classe R1B).


Rally club Millesimo - Due successi di classe ed un ritiro per il sodalizio della Val Bormida. Sul podio sono saliti Berchio Carlo e Perrone Mirko (Citroen Ds3 1600), che si sono imposti in classe R3T ed hanno conquistato anche la quindicesima piazza assoluta, e Pozzi Marco - Severino Giorgio (Peugeot 106 Rallye 1400), vincitori in "solitaria" della classe N1. Poca sorte per i terzi portacolori del Rally club Millesimo Bonifacino Fabrizio - Gallese Camilla (Mitsubishi Evo IX - classe N4) ai quali è stata fatale la seconda prova speciale.


Altri genovesi - Buon impegno, quello alessandrino, per Giulia Cresta che, alle note della Suzuki Swift di Sergio Denaro, ha portato a casa la ventinovesima posizione assoluta nonché la  settima di classe R1B. Poca sorte, invece, per i genovesi della Winners Rally Team Daniele Casanova e Davide Caponetto (Renault Clio Rs) costretti al ritiro nella terza ps. Una speciale in meno, infine, per la Fiat Seicento di classe A0 di Manna Daniele e Roatta Gianrenzo. (3 giu.)