Fabio Andolfi ko al Rallye du Valais

Dopo una splendida prima tappa ed in positivo inizio della seconda giornata, il pilota savonese si è ritirato per un problema meccanico.


L'equipaggio di ACI Team Italia composto da Fabio Andolfi e Manuel Fenoli si è dovuto fermare all'inizio della seconda tappa del team 57° Rallye International du Valais. Il 23enne pilota savonese, dopo aver chiuso al secondo posto la prima tappa e dopo aver vinto la prima speciale odierna di Champez-Lax, dove aveva recuperato 7"3 al leader della corsa Sébastien Carron (Ford Fiesta R5) che lo precedeva così in classifica di soli 2"9, si è fermato al km 14 del secondo crono di Les Cols per un problema meccanico verificatosi sulla Hyundai i20 R5 della HMI.

 

Sulla vettura di Fabio - hanno i responsabili del progetto R5 della casa coreana - si è rotto nella parte anteriore un particolare della sospensione fornitoci da un fornitore. Saremo più precisi in merito quando ad Alzenau verificheremo lunedì in officina la vettura insieme al fornitore". Un vero peccato questo ritiro perché il driver di ACI Team Italia stava facendosi davvero valere in una gara per lui del tutto nuova."Sono cose che possono succedere - ha detto Claudio Bortoletto, team manager di ACI Team Italia-. Un vero peccato perché Fabio stava recuperando e staccando dei tempi di assoluto valore. Al "Vallese" ha regalato la prima vittoria in una prova speciale di un rally internazionale alla i20 R5, se fosse girata diversamente poteva regalare alla Hyundai anche la prima vittoria assoluta di questa vettura".


La partecipazione di Andolfi al Rallye International du Valais è nata grazie ad un'operazione effettuata in sinergia tra ACI Team Italia, Pirelli, HMI e Hyundai Motorsport per offrire un'importante opportunità di crescita per il 23enne pilota di Savona dopo il 18° posto assoluto ottenuto due settimane fa in Corsica nel mondiale. (22 ott.)