Fredducci - Patrone scoprono la Mitsu Evo IX alla Ronde Città dei Mille

Si avvicina il consueto appuntamento di fine stagione per l'ormai consolidato equipaggio genovese composto da Luca Fredducci e Giulia Patrone. Il duo affronterà per il terzo anno consecutivo la Ronde Città dei Mille, prevista a Selvino, nel bergamasco, il 17 e 18 dicembre prossimi: gli 8 km della ps, che si snoda da Nembro a Selvino, località montana situata a pochi chilometri da Bergamo, si adattano perfettamente alla tipologia di vettura scelta per l'occasione. In questa gara, infatti, avverrà il debutto di Luca Fredducci alla guida di una vettura 4x4, una Mitsubishi Lancer Evo IX di classe N4 (ph) che gli verrà messa a disposizione dal team FR New Motors. Per la neo dottoressa Giulia Patrone si tratterà, invece, della seconda gara su una vettura a 4rm, avendo disputato il recente Rally della Lanterna a bordo della Peugeot 207 S2000 insieme ad Alberto Biggi.


"Concludiamo il 2016 in bellezza – osserva Luca Fredducci – e attendo con trepidazione questa gara, la Mitsu mi ha sempre attirato e sono davvero curioso di sentire la differenza di guida da un 2rm: non era in programma l'uso di questa vettura, ma quando ho saputo che Ivano Rosso del team FR ne aveva rilevata una, lo ho subito contattato e ci siamo accordati. Sicuramente non sarà facile, ma dalla nostra avremo perlomeno il vantaggio di utilizzarla su una strada che abbiamo già affrontato due volte: nel 2014 con la Clio A7 e l'anno scorso con la Clio S1600. Sicuramente sarà tutto molto diverso, tenendo conto che questa vettura, nella configurazione che utilizzeremo, con la flangia del turbo da 36mm, eroga circa la bellezza di 320 cv: bisognerà riuscire a domarli. Potenza a parte, sarà tutto da scoprire, tra turbo, bang, comportamenti diversi in frenata e percorrenza di curva...".

 

La strada si presta particolarmente, con i suoi 18 tornanti in salita e la buona larghezza della carreggiata, oltre ad avere una particolare conformazione per cui è impossibile trovare curve sporche, non essendo presenti "tagli". L'unica incognita, un po' come tutti gli anni, sarà data dalle condizioni meteorologiche. Negli scorsi anni, infatti, se ne sono viste di tutti i colori, dalla nevicata notturna del 2010 che ha fatto percorrere la prima PS del mattino in stile Rally di Montecarlo, alla fastidiosa nebbia del 2014, alle belle giornate fredde di altre edizioni.

 

"Quest'anno – rileva ancora il portacolori della Racing for Genova Team – abbiamo corso con le vetture del team VSport dei fratelli Valla di Piacenza, potendo contare su ottime prestazioni e affidabilità dei mezzi e grande disponibilità e correttezza dei componenti del team. Abbiamo disputato tre gare con le 106 N2 , due con la Clio A7 e una con la bellissima 208 R2, vettura spettacolare, un S1600 in miniatura. Mi ha veramente impressionato fin da subito, utilizzandola in un Rallyday di 35 km non si riesce a capire più di tanto, ma sicuramente ha un limite altissimo e i risultati di chi la sa usare si vedono. E' stata una stagione piuttosto positiva, con 6 arrivi su altrettanti rally disputati e 4 podi di classe, oltre ad alcune piccole soddisfazioni in particolare a bordo della Clio A7, come il 5° tempo assoluto in un paio di ps del Rallyday di Romagna e il 6° assoluto sull'ultima speciale della Ronde del Canavese, dietro solo a tre WRC, una R5 ed una S1600".


L'ultimo pensiero di Luca Fredducci è per la prossima stagione. "Attendiamo i calendari - conclude - solitamente per avere le date un po' più definitive bisogna aspettare l'inizio dell'anno, come al solito... Ad ogni modo, non si seguirà una logica nella scelta dei rally. generalmente partecipiamo a gare lontane perché si incastrano col mio lavoro, che non mi permette quasi mai di partecipare a quelle vicine a casa. Corro comunque volentieri fuori zona, si scoprono posti nuovi, tipologie di strade diverse dalle nostre, ci si confronta con nuovi avversari... tutto molto stimolante!". (1 dic.)