Rally: il Challenge di 1^ Zona brinda al “Moscato”

Gli ultimi dettagli sono stati pianificati. L’ingranaggio organizzativo gira ormai a pieno regime. Gli occhi sono ora puntati sull’elenco iscritti che si fa ogni giorno più interessante. Le iscrizioni chiuderanno il 24 Giugno. Il Rally del Moscato, giunto al suo dodicesimo anno di vita sarà come di consueto valido per il Challenge di zona e per il Campionato Rally Piemonte e Valle D’Aosta Trofeo Automotoracing. Si correrà il 29 e 30 Giugno lungo nove prove speciali e ottantuno chilometri cronometrati con partenza e arrivo da Santo Stefano Belbo che ormai da anni costituisce un felice connubio con questo evento motoristico. Una gara che si preannuncia particolarmente ricca di novità. Soprattutto nel percorso parzialmente ridisegnato per coinvolgere la zona langarola. Si parte il Sabato nel tardo pomeriggio dopo le verifiche e lo Shake down. Saranno i sette chilometri della prova di Borine ad aprire il confronto. Questo tratto era previsto per il rally delle Langhe e rispetto alla gara di Grinzane verrà percorso in senso inverso per tre volte. L’ultimo passaggio con la luce dei fari. Il Riordino notturno a Gallo Grinzane e poi la lunga sfida della seconda tappa che partendo in ordine di classifica inizierà con il tratto di San Grato che con i suoi oltre tredici chilometri è il più lungo di tutta la gara. Si prosegue con la prova di Niella- Bossolasco che misura poco meno di sette chilometri. Queste due prove ripetute saranno inframezzate dai Riordini a Cossano Belbo Arrivo e premiazione a Santo Stefano Belbo. Fra i protagonisti hanno già confermato la loro presenza Massimo Marasso e Marco Canuto che difenderanno il successo ottenuto nel 2012 a bordo della Peugeot 207 Super 2000 (nella foto, di Alquati). Ma non mancano le sorprese. E’ confermata al Moscato l’iniziativa che prevede lo sconto sull’iscrizione per le classi con un numero minimo di iscritti. Il regolamento, insieme al quale si possono trovare tutte le news della gara sul sito www.991racing it. (17 giu.)