Andrea Dalmazzini si aggiudica il Suzuki Challenge

Il giovanissimo emiliano vince la quattordicesima edizione della serie monomarca dei Grand Vitara 1.9 DDiS. Protagonista assoluto anche il pluricampione Andrea Lolli, secondo del trofeo davanti al toscano Alberto Spinetti e al siciliano Alfio Bordonaro.

E’ Andrea Dalmazzini il vincitore della quattordicesima edizione del Suzuki Challenge. E’ con il terzo posto conseguito alla recente Baja Puglia e Lucania che il ventenne emiliano conferma la sua leadership nella serie monomarca 2013. La prova disputata sugli sterrati tra la Basilicata e la Puglia è diventata l’ultima tappa della stagione, dopo l’annullamento della Baja Colline Metallifere che avrebbe dovuto effettivamente chiudere il calendario, la classifica finale della competizione assegna ufficialmente il titolo al giovane parmense. Serviva dunque un giovanissimo ed esordiente nelle competizioni di fuoristrada per spezzare l’egemonia del “campionissimo” Andrea Lolli, il modenese che in precedenza ha firmato ben cinque edizioni del monomarca. L’esperto emiliano mantenuto intatta l’innata velocità, ma sono state alcune defaillance a rallentarlo nel corso della stagione tanto da non permettergli di difendere l’iniziale prima posizione dall’attacco di Dalmazzini che, alla Baja San Marino quarta tappa dell’annata, lo ha superato, passando al comando.


E’ stata quindi decisiva la gara pugliese per assegnare il trofeo, con il parmense piazzato al terzo posto, dietro a Lolli ed al siciliano Alfio Bordonaro, il siciliano che conferma la propria costante progressione prestazionale. La classifica finale quindi vede al primo posto Andrea Dalmazzini con 90,60 punti, mentre è secondo per un’inezia Andrea Lolli che si ferma a quota 90 punti. Terzo del Suzuki Challenge è classificato l’elbano Alberto Spinetti, con 67 punti e davanti di non molto ad Alfio Bordonaro, quarto con 53,40 punti. La sfortuna ha ancora una volta pregiudicato le prestazioni del siciliano Mirko Emanuele, che nonostante un promettente inizio stagionale ha chiuso al quinto posto con 38,80 punti. Stesso discorso per il friulano Francesco Facile, sesto con 36 a precedere il settimo piazzato Armando Accadia a quota 28,40. E’ ottavo il romano Massimo Mancusi, con i soli 24,60 punti per aver iniziato a campionato iniziato, mentre chiude al nono posto il promettente Denis Bevilacqua con 23,60 punti. (23 ott.)