Al via la Ronde Valtiberina, 5° atto del Challenge CSAI Raceday

Il Challenge CSAI Raceday Ronde Terra è giunto al quinto appuntamento stagionale. I giochi sono ancora aperti nei nove Raggruppamenti del Challenge. L’8^ Città di Arezzo Ronde Valtiberina, in programma sabato e domenica prossimi ed organizzata da PRS Group e Valtiberina Motorsport, mette a disposizione una piesse eccezionale per portare avanti le numerose sfide, l’Alpe di Poti, utilizzata più volte nel Rallye Sanremo Mondiale e in alcune gare del CIR. Disputata l’ultima volta due anni fa, questa prova speciale aveva affascinato i vincitori di quell’anno, il neozelandese Hayden Paddon e la sua navigatrice d’eccezione Fabrizia Pons. Quest’anno gli organizzatori la ripropongono, ma decisamente più lunga, 14,050 km, rispetto ai 9 km del 2011, questa Ronde diventa così la più lunga delle sei edizioni del Challenge. La città di Arezzo ospiterà la gara, grazie al lavoro degli Organizzatori dell’Amministrazione Provinciale di Arezzo, dell’Assessorato allo Sport del Comune di Arezzo ed ovviamente della locale delegazione ACI. 

Sono 93 i piloti che hanno aderito alla gara dei quali 46 iscritti al Challenge CSAI Raceday Ronde Terra. Un plateau iscritti di grande spessore, difficile fare pronostici. Il trentino Alessandro Taddei, con una Citroen C4 WRC, se la dovrà vedere con l’agguerrito veneto Simone Romagna (Ford Focus WRC) e dall’altro veloce trentino Luciano Cobbe (Ford Focus WRC), nella lotta per il podio si inserisce anche il veronese Luca Hoelbling (Ford Focus WRC), che però non è iscritto al Campionato Raceday. Cinque le vetture S2000 iscritte, tra queste i giovani Giacomo Costenaro e Alessandro Tolfo entrambi con Peugeot 207. Da tenere d’occhi la gara del grande appassionato ed esperto di sterrati, Giuseppe “Pucci” Grossi (Mitsubishi Lancer Evo IX gr. R), del veneto Michele Piccolotto (Mitsubishi Lancer EVO IX gr. N) e del romagnolo Bruno Bentivogli (Subaru Impreza Sti). Lotta anche tra le vetture a due ruote motrici: il fiorentino Alessandro Landini con la fida Suzuki Swift S1600, cercherà di accorciare le distanze dall’attuale leader di Raggruppamento Tullio Versace (Citroen DS3), ma dovrà vedersela anche con il sammarinese Jader Vagnini (Renault Clio R3) e il veterano “Brik” (Renault New Clio).


Nel Raggruppamento E Raceday (N3-FN3), grande lotta tra il veneto Alessio Zanin (Renault Clio RS) e il friulano Alessandro Zanini (Renault Clio Williams) insidiati dal sempre agguerrito Federico Li Gobbi (Opel Astra Gsi). Nel Raggruppamento F (A6-FA6-R2B) attualmente in testa il veneto Claudio Caldart (Peugeot 106 16v) tallonato dal giovane sammarinese Elia Chiaruzzi (Citroen C2). Nel Raggruppamento G (N2-FN2) al comando un grande appassionato Raceday, il veneto Marco Chiesura (Honda Civic) che qui dovrà rintuzzare gli attacchi di Alessandro Uliana (Suzuki Swift). Chiude il Raggruppamento H (A0-A5-FA5) con saldamente al comando il giovane toscano Luca Panzani (MG 105 ZR), seguito dal savonese Valter Gandolfo (Fiat Panda Kit, nella foto). Nella Mitsubishi Rally Ronde Evolution Cup attualmente in testa Luca Roggero seguito dall’umbro Francesco Fanari staccato di un solo punto. Seguono il forlivese Andrea Succi, lo sloveno Darko Peljhan e “Pucci” Grossi. (27 feb.)