La Liburna Ronde Terra chiude il Challenge CSAI Raceday Ronde Terra

Ultimo appuntamento stagionale per il Challenge CSAI Raceday Ronde Terra. Venerdì e sabato prossimi la Liburna Ronde Terra, giunta quest’anno alla sesta edizione, concluderà la stagione 2013-2014. Il cuore della gara organizzata dalla Scuderia Livorno Rally, sarà come di consueto Volterra, la cui Amministrazione Comunale ha sempre fattivamente sostenuto questa anifestazione. La prova speciale non è cambiata, sarà sempre la spettacolare “Ulignano”, quest’anno allungata di 1,800 km, per un totale di 12,60 km cronometrati, quindi qualche chilometro in più di divertimento per i partecipanti alla gara. La PS Ulignano, dal glorioso passato, avendo fatto parte di numerose edizioni del Rallye Sanremo Mondiale, ha un fondo sterrato compatto ed è un delle prove più veloci del Challenge. Pucci Grossi tempo fa ha definito questa PS ‘l'università del traverso’.


La stagione Raceday 2013-2014 ha raccolto l’adesione di 78 piloti, tra questi molti aficionados, ma anche tanti nuovi appassionati di sterrati. Alla Liburna Ronde Terra 44 iscritti, su un totale di 97, sono piloti iscritti al Challenge Raceday. Alberto Pirelli, alla vigilia dell’ultimo appuntamento del Challenge, commenta così: “Siamo giunti alla vigilia dell'ultima gara di questa sesta stagione. Abbiamo davanti a noi una delle gare più belle e ci sono ancora moltissime posizioni in classifica aperte. Come sempre “Ulignano”, con la bellissima Volterra che vigila maestosa, definirà i giochi. Tireremo le somme a fine campionato, per ora diamo gas!”


Tra i principali protagonisti del Challenge a questa gara troviamo il trentino Alessandro Taddei (Citroen C4 WRC, nella foto), vincitore delle ultime tre edizioni di questa Ronde; il veneto Simone Romagna attuale leader della classifica assoluta Raceday con due punti di vantaggio sull’altro scatenato tentino Luciano Cobbe, entrambi con Ford Focus WRC; Luca Bertin (Citroen C4 WRC), vincitore dello scorso Prealpi master Show; Giuseppe ‘Pucci’ Grossi, Francesco Fanari e Luca Roggero tutti con Mitsubishi Evo IX, che si contendono la vittoria della Mitsubishi Rally Ronde Evo Cup e ‘Orso’ Bruno Bentivogli che in questa occasione sarà al volante di una Citroen Xsara WRC. Sempre presenti anche i due piloti sloveni Darko Peljhan (Mitsubishi Lancer Evo IX) e Novak Aljosa (Skoda Fabia). Ritroviamo il toscano Valter Pierangioli (Mitsubishi Evo IX) che torna sugli sterrati Raceday dopo una lunga assenza. Tra i giovanissimi troviamo Alessandro Tolfo (Peugeot 207 S2000) sfortunato alla gara di Arezzo. Altra presenza interessante quella di Mauro Trentin, in questo caso con una Subaru Impreza N14 del Motoring Club, che lo scorso anno, con una Peugeot 207 S2000, era arrivato secondo assoluto nonostante un capottamento durante l’ultimo passaggio che aveva rischiato di compromettere la sua gara. Anche il padre di Mauro, Angelo Trentin (Peugeot 206 RC) sarà della partita e come di consueto molto agguerrito.


Tanti i Raggruppamenti Raceday con posizioni in classifica ancora aperte, per cui tutti gli attuali leaders sono presenti: Carlo Covi (Peugeot 207 S2000) in testa al Raggruppamento B (S2000+R4+R5); Tullio Versace (Citroen DS3) nel Raggruppamento D (A7+FA7+S1600+R3C+R3T); Federico Li Gobbi (Opel Astra Gsi) nel Raggruppamento E (N3+FN3); Maurizio Pioner (Opel Corsa Gsi) nel Raggruppamento F (A6+FA6+R2B); Marco Chiesura (Honda Civic) nel Raggruppamento G (N2+FN2); nel Raggruppamento H (A0+A5+FA5) Luca Panzani non sarà presente a questa gara, lasciando campo libero al ligure Valter Gandolfo (Fiat Panda - Rally club Millesimo). (1 apr.)