Ronde Colli del Monferrato e del Moscato: 89 vetture al via

Sono ottantanove gli equipaggi iscritti della 19^ Ronde Colli del Monferrato e del Moscato, che si svolgerà a Canelli (AT) il prossimo weekend del 12 e 13 marzo. Scorrendo le prime righe dell’elenco salta agli occhi la presenza di numerose top car, che saranno portate in gara da altrettanti top driver. Formulare un pronostico non è mai stato così difficile, con almeno otto protagonisti pronti a darsi battaglia per il podio assoluto.


Il numero uno sarà in bella mostra sulle portiere della Ford Fiesta R5 degli idoli di casa Alessandro Bosca e Roberto Aresca, seguiti dalla Mitsubishi N4 di Elwis Chentre e del savonese Fulvio Florean, che precederà un terzetto di WRC: con le auto della massima serie saranno al via Alessandro Gino (Mini Countryman), Enrico Tortone (Ford Fiesta) ed il figlio d’arte Alessandro Pettenuzzo (Ford Focus). Ben cinque i partecipanti in classe Super 2000, con un poker di Peugeot 207 (Gagliasso, Ronzano, Grasso e “Iceman”, seguite dalla Abarth Grande Punto di Mastrazzo.


Riflettori puntati sulla classe R4, monopolizzata dalla presenza delle Mitsubishi Lancer e che vedrà al via il vincitore delle ultime due edizioni, il genovese Marco Strata, in coppia con Ylenia Garbero. Il portacolori della Lanterna Corse, trionfatore del 2014 e 2015 (nella foto), se la dovrà vedere con la concorrenza di Massimo Brega e di Fredrik Fassio, mentre la Renault Clio K11 di Risso e le Super 1600 di Iemmola (Fiat Punto) e Tanzi (Renault Clio) chiuderanno la lunga lista delle top car.


A completare il ricco elenco iscritti concorrono, inoltre, otto R3, tre A7, sei N3, una K10, sei A6, una R1T, una RSTB, una RS4, otto A5, ben quattordici N2, una R1B, quattro N1, una N0, una RS e la numerosa pattuglia delle A0, composta da ben diciassette vetture. Le piccole di casa Fiat saranno protagoniste del Trofeo “600 per un sorriso”, iniziativa benefica con tanto di raccolta fondi, che da diverse stagioni anima la gara di Canelli: tra le berlinette in lizza anche quella dell'ingauno Manuel Villa, in coppia con l'imperiese Bruno Banaudi.


Diversi gli equipaggi liguri in lizza. Tra questi spiccano Ferrando - Oliveri (Renault Clio) e Costantino - Botzari (Peugeot 106) con i colori della Meteco Corse, Castellano - Vignolo (Fiat Panda) e Bonifacino - Tesi (Peugeot 106) del Rally Club Millesimo e tre copie della Racing for Genova, Peirano - Ammendola (Peugeot 106), Faraci - Brunetti (Fiat Seicento) e Garibaldi - Bottini (Peugeot 106).


Il programma prevede sabato 12 marzo le verifiche sportive e tecniche a partire dalle ore 11 e, a seguire, lo Shakedown dalle 13:30 alle 17. La gara scatterà alle 8.31 di domenica 13 marzo ed i concorrenti percorreranno per quattro volte la prova speciale “Canelli”, che misura nove chilometri. La cittadina astigiana ospiterà tutte le fasi salienti, compresi riordino e parco assistenza e celebrerà il vincitore sul palco di Piazza Cavour, con l’arrivo del primo concorrente previsto alle 16:45. La gara sarà seguita, come di consueto, dalla Diretta Rally di Radio Vallebelbo. (10 mar.)