"Asimotoshow", la storia delle due ruote in rassegna

Alle ore 14 di venerdì prossimo inizierà ufficialmente all’Autodromo di Varano de' Melegari la quindicesima edizione di Asimotoshow, manifestazione internazionale motoristica che sarà aperta ufficialmente dal Sindaco di Varano e dal presidente dell’Asi (Automotoclub storico italiano) Roberto Loi. Sarà un’edizione record con in pista ben 732 tra moto e sidecar: un risultato importante che premia già gli sforzi organizzativi dell’Asi, che da sempre ha creduto in questa rassegna sportiva turistica promozionale riservata alle due ruote.


Vedette dell'evento saranno il tre volte iridato della Louisiana Freddie Spencer - in sella alla Honda NSR 500 tre cilindri proveniente dalla collezione dell’appassionato inglese Martin Jones - e il quattro volte campione del mondo della Kawasaki Kork Ballington, per la prima volta a Varano: il sudafricano scenderà in pista in sella a tutte le moto condotte nel mondiale. Non mancherà neppure Jim Redman, il 6 volte campione del mondo con la Honda che nel 2016 compirà 85 anni e ha deciso di congedarsi dai suoi tifosi. E ci sarà pure Carlos Lavado, il due volte iridato che sfilerà con la sua Yamaha Venemotos. Tra gli italiani ci saranno il nove volte mondiale Carlo Ubbiali e i tre volte campioni del mondo Pier Paolo Bianchi e Eugenio Lazzarini. Di fatto, nelle tre giornate si alterneranno in pista ben 30 titoli mondiali.


Decisamente massiccia la presenza straniera con circa 200 moto: la rappresentativa più numerosa è quella francese con 50 due ruote iscritte, seguono gli svizzeri ed i tedeschi con 30 mezzi ciascuno. Sempre fedeli ad Asimotoshow sono i Cechi e gli Slovacchi presenti con 16 moto mentre farà il suo debutto la rappresentativa greca con 4 moto.


Numerosi saranno i Club Italiani e stranieri come pure i Registri di marca. Pronto a festeggiare la sua decima partecipazione è il Registro Storico Aermacchi che parteciperà ad Asimotoshow con il proprio staff al completo accompagnato da un nutrito gruppo di appassionati italiani e stranieri. Presente anche il Registro Storico Benelli, presso il cui stand saranno esposte numerose motociclette da competizione di varia cilindrata. Un gruppo di collezionisti tedeschi interverrà con una serie di moto da GP realizzate dalla MZ tra gli anni ’60 e ’70, mentre un gruppo francese ha iscritto una selezione di moto transalpine tutte risalenti alla prima metà del secolo scorso.


Ad Asimotoshow non poteva mancare il marchio Gilera, il più antico marchio motociclistico italiano che non ha mai interrotto la produzione: il Registro Storico Gilera porterà a Varano una serie di modelli a testimoniare decenni di storia a due ruote vissuta da protagonisti.

Presso lo stand dell'ASI sarà esposta, tra le altre, la Yamaha FZ 750 che proprio in questo autodromo, guidata dai tre piloti parmigiani Norberto Naummi, Roberto Ghillani e Maurizio Foppiani, nell'estate del 1986 girò ininterrottamente senza mai fermarsi, nemmeno per il cambio gomme, per più di 22 giorni entrando di diritto nel Guinness dei Primati. Ma soprattutto centrò l'obiettivo di raccogliere fondi e attenzioni da destinarsi a "Noi per Loro" una organizzazione locale che si occupa di bambini onco - emopatici.

 

C’è molta attesa poi, anche per due moto della collezione personale Castiglioni, mai viste a Varano: si tratta di una MV Agusta 500 GP quattro cilindri nell’ultima versione campione del mondo 1974 e della prima Cagiva 500 GP. Tra le novità di quest’anno va  segnalata  l’organizzazione di una mostra tematica sulla Motom, con relativa sfilata sulla pista.


“Le Moto nel Cinema” è, invece il tema scelto dal Club Moto d’Epoca Fiorentino (CMEF) per Asimotoshow. Il club toscano allestirà una mostra statica dove le moto saranno affiancate dalle locandine dei film e da figuranti rappresentanti gli attori protagonisti, verranno proiettate delle slide ed un filmato con le scene di motocicletta più famose. E poi, non ultima, ci sarà  una sfilata in pista suddivisa in piccole “scene”, in modo da ricordare i vari film. Le moto verranno presentate a seconda dei simboli che hanno rappresentato. L’ingresso ad Asimotoshow è gratuito. (3 mag.)