Slalom Susa – Moncenisio con tanti genovesi al via

Mancano poche ore al via della Susa - Moncenisio, in programma domani con quasi settanta concorrenti al via. Tra questi, quattro i piloti in gara al volante di altrettante auto storiche alla conquista dei primi punti validi per il trofeo “Hill Climb Classic”, la serie patrocinata dall'Associazione Nazionale Corridori Automobilisti Italiani per promuove i valori di solidarietà tra piloti e ricordare la figura di Giorgio Pianta, uno degli ultimi veri signori dell'automobilismo che dell'ANCAI è stato Presidente. A emulare le gesta dei campioni del passato ci saranno Giovanni Baldi, Gianni Panero ed Enrico Magnone, rispettivamente su Fiat 124 Abarth, Fiat 131 Rally e Fiat X 1/9 e Giorgio Tessore, il vincitore del trofeo “Hill Climb Classic” 2015, al volante di una Porsche 911.


Riflettori puntati, ovviamente sulla gara di slalom in salita, che vedrà in lizza alcuni tra i migliori interpreti di questa specialità. Per la vittoria assoluta della competizione, organizzata dalla Supergara, occhi puntati sul Gruppo E2SC, il “vecchio” Sport Prototipi Slalom, dove insieme ai nomi di Sergio Magrin, al via su Osella motorizzata Kawasaki, e Giuseppe Torrente su Radical Prosport, brilla quello di Davide Piotti su Osella PA 8/9, che questa gara l’ha già vinta cinque volte, ed il vincitore dello Slalom dei Giovi Erik campagna, con la sua Formula Arcobaleno.


Tanti i genovesi in gara. Nel gruppo spiccano Stefano Repetto (Fiat Cinquecento/Suzuki), ottimo terzo assoluto nella recente gara dei Giovi, e la nutrita squadra della scuderia Sport Favale 07 che ha in Danilo Mosca, in lizza con la sua Peugeot 205 Gti S6 (ph), e Paolo Bordo, con la Renault Clio Rs S7, i due elementi di maggior spicco. Per il sodalizio di Favale di Malvaro saranno della partita anche Alessandro Rozio (Peugeot 106 Gti), Gianfranco Vigo (Renault Clio Williams), Ivan Pedrini (Fiat 126/700), Christian Pedrini (A112 Abarth) e Salvatore Riitano (Fiat 127 Sport).


Vincitore, sotto la pioggia, nel 2008, quando la gara aveva validità per il “tricolore”, Danilo Mosca sarà al via per “riscattare la gara dei Giovi, non troppo fortunata, che comunque, senza l'abbattimento di due birilli nell'ultima postazione, mi avrebbe visto come tempo al 4° posto assoluto. Più che altro – aggiunge - spero di trovare una messa punto dell'assetto, che già dalla scorsa stagione mi sta creando problemi”. (17 giu.)