Al via il 30° Rally Costa Smeralda: favorite le Peugeot

   Domani il via del 30° Rally Costa Smeralda: alle 18 da Arzachena la cerimonia di partenza darà inizio alla competizione. Venerdì quattro prove speciali. Sabato alle 12 la diretta di RaiSport della prima delle quattro prove del secondo giorno. La Peugeot si presenta al via del 30°Rally Costa Smeralda con uno squadrone che mostra i muscoli sia a livello di prestazioni, sia al livello numerico. Sono infatti sette gli iscritti Peugeot alla gara gallurese, tutti a bordo della 207 S2000; di questi quattro sono iscritti al Campionato Italiano Rally. Il primo a scendere la pedana di Arzachena sarà il campione italiano Paolo Andreucci, affiancato dalla friulana Anna Andreussi, che il Costa Smeralda lo ha vinto quattro volte  con quattro macchine diverse (la prima nel 2001 con la Focus WRC, poi nel 2006 con la Punto S2000, seguita da una doppietta nel 2008, Mitsubishi Lancer EVO IX, e nel 2009 con la Peugeot 207 S2000).  Il garfagnino è da un lato affascinato, dall'altro preoccupato dal Costa Smeralda. “Una gara molto diversa dalle solite con sette prove speciali in linea, nessuna delle quali ripetuta. Dovremo percorrere 65 km di prove speciali senza passare per il parco assistenza - dice Andreucci - e ciò comporta una strategia di gara molto accorta”. Con la stessa vettura affronteranno gli sterrati sardi  il valdostano Elwis Chentre affiancato da Igor d'Herin che è terzo nel campionato italiano assoluto, primo nella classifica Indipendenti, ed unico pilota privato ad aver vinto delle prove speciali nel CIR di quest'anno. Terzo equipaggio al via con le vetture del leone è quello formato da Alessandro Perico e Fabrizio Carrara con la 207 S2000 della PA Racing. Perico è attualmente terzo nel campionato italiano a pari merito con Chentre. Il bergamasco non vanta una grande esperienza sulla terra, ma ha dimostrato nel passato di essere in grado di sovvertire i pronostici con gare grintose e tutto all'attacco. Iscritto al Trofeo Rally Terra, Andrea Aghini affiancato da Massimiliano Cerrai, cercherà il risultato pieno. Il livornese, due volte campione italiano assoluto, si è rituffato quest'anno con nuovo entusiasmo nei rally avendo a disposizione una Peugeot 207 S2000 curata dalla Racing Lions, la stessa struttura che si occupa di quella di Andreucci. Il Costa Smeralda lo ha vinto (2007 con la Subaru Impreza), ma non disdegnerebbe di fare il bis il novarese Piero Longhi affiancato da Gigi Pirollo, navigatore dalle mille battaglie. Per il pilota della Twister Corse una stagione senza particolari obiettivi dichiarati, ma un successo al Costa Smeralda la inquadrerebbe come una delle più belle della sua carriera. Infine la Peugeot schiera tre equipaggi specialisti delle gare su terra. Il primo è formato dal livornese Daniele Batistini con Francesco Pinelli alle note, che proprio sulle strade bianche sta cercando di costruirsi una carriera. Il secondo è formato da Mauro Trentin ed Alice De Marco, con il veneto che è da sempre uno dei migliori interpreti delle gare sterrate. Il terzo dal veneto Edardo Bresolin affiancato da Enrico Gastaldello.

   A contrastare il passo dei piloti Peugeot ci proveranno gli alfieri Abarth Luca Rossetti e Matteo Chiarcossi. Il friulano, Campione Europeo in carica della specialità, ha colto finora due secondi posti nelle gare tricolori, che gli valgono la piazza d’onore in campionato e cercherà in Sardegna il risultato pieno. Abarth Grande Punto anche per il pavese Giorgio Buscone che dopo un periodo di inattività torna alle strade bianche che lo hanno visto protagonista negli anni ’90. Quattro le Ford Fiesta al via affidate al giovane veneto Umberto Scandola, al pilota locale Giuseppe Dettori che, affiancato da Umberto Corda lotterà per un risultato di prestigio nella gara di casa. Risultato che gli permetterebbe di rimanere nelle posizioni alte del Trofeo Terra. Al volante delle altre due berline inglesi ci saranno Max Tonso e Claudio Addis. Škoda Fabia Super 2000  per il norvegese Andreas Mikkelsen che parte tra i favoriti in Sardegna, dopo essersi aggiudicato il massimo dei punti in palio nella prima gara del Trofeo Rally Terra, piazzandosi al secondo posto della classifica assoluta del Rally dell’Adriatico. Domani lo shake down dalle 12.00 alle 14.00 presso il Cantiere Forestale Monte Pinu ad Olbia darà le prime indicazioni agli addetti ai lavori. Nella stessa mattinata si svolgeranno le verifiche sportive e tecniche (ore 8.00 - 10.30) presso l'officina In Auto di Olbia. Alle ore 18.00 ad Arzachena si svolgerà la cerimonia di partenza arricchita dall’esposizione di una raccolta fotografica dei trent’anni di Rally Costa Smeralda messa a disposizione dal Comune di Arzachena. Maggiori informazioni sul sito www.rallycostasmeralda.com (4 mag.)