Il 5° Rally di Majano a Toffoli - Coletti (Peugeot 207 S2000)

Una gara estremamente combattuta sin dall’inizio. Il vincitore della scorsa edizione del Rally di Majano, Claudio De Cecco, navigato da Jean Campeis su Ford Fiesta RRC, ha iniziato con un ritmo molto alto fin dalla prova speciale di apertura della gara, ma non è riuscito a distanziare Venicio Toffoli, terzo lo scorso anno, che ha staccato lo stesso tempo. Nel secondo giro De Cecco ha vinto le prime tre prove, sempre attaccato dai suoi rivali, che riuscivano a mantenere distacchi contenuti. Nella quinta speciale della giornata è uscito leggermente dal tracciato forando uno pneumatico. Lui e il navigatore sono riusciti a cambiare la ruota e a terminare la prova, ma hanno accusato un problema all’ammortizzatore che non è stato possibile sostituire all’assistenza e sono stati costretti al ritiro. La speciale numero 5 è stata vinta da uno scatenato Zanier (Renault Clio Williams), che fino alla PS 8 è riuscito a mantenere dei distacchi minimi da Toffoli, ma è poi stato costretto al ritiro nella prova 9, per problemi meccanici. Al primo Parco Assistenza Toffoli, è riuscito sistemare al meglio l’assetto della sua Peugeot 207 S2000, e ha preso il comando, vincendo 5 prove speciali . Dietro di lui grande battaglia tra Cescutti - Gatti (Peugeot 207 S2000), Grudina - Turco (Renault Clio S1600), secondi alla fine, Tomasso - Goi (Renault Clio), terza forza della gara grazie al successo nelle ultime due speciali della giornata, e Feragotto - Osvaldini (Renault Clio RS), sempre con distacchi molto risicati. Il Rally di Majano quest’anno era valdo per il Challenge CSAI di IV e V Zona con coefficiente 5. Le speciali erano 12, una in più delle passate edizioni. La prova aggiunta, Bernadia di 9,50 km, era stata utilizzata molti anni fa per il Rally Alpi Orientali e la Scuderia Sport&Joy ha voluto recuperarla e proporla in questa edizione. (24 lug.)