Nuova vita per la scuderia Valpolcevera e per lo slalom dei Giovi

Nuova vita per la Scuderia Valpolcevera e per lo slalom Mignanego - Giovi, sul cui futuro, fino a qualche settimana fa, incombevano nubi che lasciavano presagire poco di buono. Volti nuovi al vertice del sodalizio di Pontedecimo, alla cui guida ora c'è Luca Rivera, figlio di Aldo (nella foto, in gara nel 1984), fondatore della scuderia insieme a Silvano Parodi nel lontano 1981: il suo vice è Alessandro Balbi, Alessandro Polini è il direttore sportivo mentre a Manuela Tavella è stata assegnata la mansione di segretaria.


Sul fronte della gara, invece, la macchina organizzativa è in pieno fermento per cercare di creare un evento ben diverso da quello delle ultime edizioni. "Vorremmo far tornare la Mignanego - Giovi un punto di riferimento per tutti gli appassionati di slalom - osserva Alessandro Balbi - proponendo una manifestazione più curata nei dettagli e a misura di partecipante, sempre nella tradizionale data dell'1 maggio. Per agevolare il rientro a casa di chi arriva da lontano, gli orari del programma saranno anticipati rispetto al solito: inizieremo già nel pomeriggio del 30 aprile con le verifiche sportive e tecniche. Per facilitare tutti, invece, altre due novità: ingresso libero per il pubblico e quota di iscrizione di soli 85 Euro + Iva per i partecipanti, gratis per le "pantere rosa": è uno sforzo economico notevole, ma per dare un futuro alla gara bisogna rifondarla e guadagnarsi nuovamente la fiducia degli appassionati dopo qualche edizione un pò sotto tono, anche per via del maltempo che dal 2013 sembra essersi accanito con la gara". (29 feb.)

 


14