Tornano in pista le bicilindriche storiche della Sport Favale 07

Domenica interamente dedicata alla velocità, la prossima, per la scuderia Sport Favale 07. Mentre Andrea Drago (Erberth R3) cercherà punti preziosi in Calabria, alla “Luzzi – Sanbucina”, ultimo atto del CIVM dove è in lizza per il “tricolore” di classe CN 1600, le mitiche bicilindriche storiche, ossia le Fiat 500/650 Giannini NP dei vari Antonino Fiordilino, Vincenzo e Domenico Mascolo e Francesco Liberato, oltre alla Peugeot 106 di Raffaele Arena, prenderanno parte al 6° “Torino Motor Show”, in programma sul Circuito Tazio Nuvolari, a Cervesina, nel pavese, e valido quale prova del Campionato italiano di Formula Challenge.


A Favale di Malvaro, però, non si è ancora spento l’eco del grande successo – organizzativo oltre che di partecipazione - ottenuto dal 7° slalom “Chiavari – Leivi”. Tra i piloti “fontanini” più soddisfatti c’è, di certo Fabio Belmessieri (Peugeot 106 Xsi, ph), autore di una gara tutta muscoli che gli ha permesso di aggiudicarsi il Gruppo A e la Classe A1400, una conquista, quest’ultima, che quest’anno ha fatto  in ogni gara a cui ha partecipato. Analogamente, l’under 23 Mattia Canepa (Citroën C2 Vts), primo di Gruppo RS e Classe RS 1.6 e, soprattutto, in notevole crescita rispetto alle passate edizioni, a conferma di un sempre maggiore affiatamento con la vettura e di un notevole lavoro di messa a punto.

 

Sono sicuramente soddisfatti anche il rientrante Luca Graffigna (A112 Abarth), che è tornato alle gare dal 2008 ed è giunto terzo in Classe S3, e Luca Tosi che, al suo secondo impegno dopo l’esordio a Garessio, ha portato al quinto posto in Classe A1400 la sua 106. Luciano Moscardini, invece, non sembra aver risentito molto del passaggio dalle gimkane agli slalom, sempre organizzati dalla Sport Favale 07, ed ha condotto la sua Panda 100 Hp in terza posizione nella Classe N1400.


Continua a stupire anche Giovanni Accinelli, il seniores del sodalizio, quarto posto in classe S4 con la sua Citroën Ax ed al traguardo finale dell’ennesima gara di una stagione che lo ha visto presente in moltissime manifestazioni. Ancora sorte avversa, per restare in S4, per la Fiat 127 di Salvatore Riitano che, dopo la rottura del semiasse a Pamparato, ha accusato ancora problemi tecnici ed ha dovuto accontentarsi del terzo posto di Classe, proprio davanti a “nonno” Accinelli.


Infine, Luigi Solari, che ha portato la sua Renault Clio 16v al quinto posto nella N2000. E che, come ogni anno, ha rischiato di fare la gara con il grembiule sopra la tuta, dato che si occupa in prima persona dell'organizzazione degli stand gastronomici presenti sul campo di gara a Leivi. (5 ott.)