Alessio Pisi “salta” il San Crispino per una tendinite

Forse non passera alla storia come quello del celebre pelide Achille, ma anche il tendine di Alessio Pisi rischia di scrivere una pagina di storia, per lo meno in questo Campionato Italiano Rally che il pilota ligure sta affrontando per la prima volta e con grandi soddisfazioni. “Certo non pensavo di ripetere i risultati del Rally del Salento (dove il portacolori della Zerosette Racing ha ottenuto un fantastico secondo posto alle spalle di Andreucci, dopo essere stato al comando per tutta la prima tappa) o di vincere come è accaduto tre settimane fa al Valli Imperiesi, ma volevo fare bella figura, cercando di imparare più possibile dai maestri al mio esordio sulla Terra del Campionato Italiano”. Una fastidiosa tendinite sta però bloccando il pilota di Vallecrosia (IM) impedendogli di essere presente alla gara umbra. “Mi spiace ma non sono assolutamente in grado di governare la mia Peugeot 207 S2000 della Erreffe. È una delusione per tutti noi. Per me, per il mio navigatore Fabio Cadore, per Agostino Roda della Erreffe e per Gianni Craveri della Zerosette. Eravamo tutti ansiosi di misurarci con i big della specialità. Invece seguirò le classifiche via Internet, ma la giornata avrà un altro fascino”.  E’ rimandato, pertanto, l'esordio sulla Terra del Campionato Italiano Rally del pilota ligure che, nel frattempo, si prepara per la prossima gara ad Udine. (15 lug.)