Tutti provetti “naviga” con il corso della SCR MotorSport

E’ giunta l’ora, sulla soglia del quarto anno di attività agonistica, del primo impegno formativo anche per la scuderia SCR MotorSport che dal 17 gennaio prossimo proporrà il proprio 1° Corso Navigatori, stage che organizzato in collaborazione con l'ACI Genova, avrà validità come corso prima licenza. Il corso sarà articolato su 6 lezioni teoriche, tenute da Danilo Roggerone - uno tra i co-piloti più quotati in circolazione che nell’allestire questa iniziativa è stato fattivamente coadiuvato da Stefania Parodi, Francesco Zambelli e Dino Cosso - chiamato a svelare tutti gli aspetti ed i compiti di questa importante figura anche con l’ausilio di materiale informatico. Le lezioni teoriche si terranno presso la sede stessa della scuderia sita a Torrazza, alla periferia di Genova, a 9,5 Km dal casello di Bolzaneto. Dall’aula gli allievi passeranno al… campo per sostenere una sorta di verifica pratica nel corso della Ronde di Andora, quando gli organizzatori realizzeranno dal vivo quanto appreso dai partecipanti durante le prime lezioni teoriche. Ci sarà poi anche un altro esame, sempre pratico, che gli aspiranti “naviga” affronteranno su strada, una sorta di mini-rally in cui siederanno a fianco dei piloti della SCR, su vetture stradali, per cimentarsi in prove speciali simulate. Gran finale con l’esame su vetture da competizione, che si svolgerà su un tratto di strada chiuso al traffico, in cui i candidati occuperanno il sedile di destra a fianco di piloti affermati, chiamati a valutare con l'ausilio del camera car, i futuri "naviga" in condizioni di gara. Interessante variante di questo corso sarà la metodologia di giudizio con cui si stileranno le classifiche dello stesso: per la parte teorica saranno gli organizzatori a vidimare il test a risposta multipla; il giudizio sul mini rally sarà elaborato sulla base del comportamento dei partecipanti in ambito di gara: lettura e rispetto del radar, interpretazione della tabella di marcia, gestione dei tempi imposti e dei “timbri” ai controlli orari, scrittura e lettura delle note, ecc.; per la terza prova verranno installati impianti camera car su ogni vettura, per poter poi verificare, in un secondo tempo e nel modo più omogeneo possibile, il livello di preparazione dei corsisti. Il giudizio verrà infatti dato da tutti i piloti che parteciperanno alla prova pratica, con l'aggiunta di una delegazione di piloti e navigatori della stessa SCR, che visioneranno insieme tutti i camera car prima di stilare la classifica finale. (10 gen.)