SCR MotorSport alla ricerca del...”Tartufo”

Soddisfazioni per la SCR al  24° Rally del Tartufo. Erano due gli equipaggi in gara per la scuderia genovese, a dire la verità… 1 e mezzo. Federica Lio e Serena Giuliano, le velocissime Lady targate SCR, che, a bordo della loro Seicento A0 (nella foto), si sono distinte in una gara regolare e ben condotta sopratutto in virtù del fatto che le ragazza non adorano particolarmente queste prove: qualche problema tecnico sulla vettura non ha permesso alle ragazze di esprimersi al meglio ma, comunque, si sono fatte notare per velocità costanza e determinazione. Gianluca Giovine, neo-navigatore SCR, alle note di Orlando Cembalo, conclude la sua prima gara con grande onore, il giovane, alla sua prima esperienza a bordo di una vettura da rally, si è dimostrato freddo e determinato, qualche piccolissimo errore di "gioventù" ma è andato tutto bene. "Sono davvero contento - asserisce Giovine - una enorme grazie a Orlando (Cembalo) per la possibilità che mi ha offerto, un grande pilota, oltre a una grande persone, anche quando non ero perfetto non si è mai stizzito, anzi, mi ha sicuramente dato grandissimi insegnamenti, le mie "compagne di gara" sono davvero state brave standomi vicino e supportandomi. La SCR, poi, davvero bravi: si sono presentati in massa, Toscano, Zambelli, Ottolini, Dearca, Parodi... solo per citarne qualcuno, e un grazie particolare al presidente, Davide Storace, presente per supportarmi”.


Provincia Granda Rally Club terza tra le scuderie

 

Sette gli equipaggi del Provincia Granda Rally Club che hanno preso parte al 24° Rally del Tartufo. Quindicesima posizione assoluta e prima di Classe R3T per Carlo Fontanone e Chiara Bruno, su Peugeot 207, autori di una gara regolare e senza errori, con buoni tempi nella parte finale di gara. Vincitori di classe grazie al ritiro di Carella - Pogliano, in gara con la performante Citroen DS3. Seconda posizione di Classe N3 e 20° posto assoluto per Claudio Nebiolo e Katia Cavallotto, su Renault Clio RS, in lotta nella prima parte di gara per il gradino più alto del podio con Venturello – Desole e Patetta – Alocco. Ottima prestazione per Antonio Rotella, in coppia con il fido Alessandro Rappoldi, tornato alla guida della Peugeot 106 preparata dallo stesso pilota, titolare della Scacco Matto Racing. L’equipaggio canavesano ha interpretato magistralmente la gara, aumentando il passo nel finale, nono tempo assoluto realizzato sulle prove speciali 5-6-7, chiudendo la manifestazione con un ottimo undicesimo posto assoluto, primo di Classe FA6 con oltre 2 minuti su Gilardi - Gilardi e terzo di Gruppo F. Terza vittoria stagionale in Classe FN2 per Paolo Iraldi e Marco Amerio, su Peugeot 106, che hanno dovuto però lottare strenuamente con Castagna - Bossuto, secondi al termine, unici in grado di contrastare il passo dell’equipaggio astigiano che ha poi concluso la gara con un eccellente 16° posto assoluto e quinto di Gruppo F. Quinto posto di Classe FN2 e 22° assoluto per i compagni di scuderia Pasquale Madonna - Alberto Veronese, autori di una gara regolare senza sbavature. Da ricordare che entrambi gli equipaggi hanno aderito al trofeo benefico “Un aiuto in controsterzo”, lodevole iniziativa in favore dell’associazione onlus Esperia di Acqui Terme, attiva nell’assistenza ai ragazzi disabili. Terzo posto di Classe FN1 e 63° posto assoluto per Simone Costa e Ivan Oldano, su Pegeot 106 GTI, che nel corso della quarta prova speciale, la “Madonna della neve”, riescono ad agguantare il terzo gradino del podio ed a conservare la posizione fino al termine. Ritiro, infine, per Luca Arione ed Elena Cestari, fermi nel corso della terza prova causa rottura del motore della loro Renault New Clio R3, mentre occupavano la nona posizione assoluta e per Ermanno Savoiardo, in coppia con Luca Grimaldi, fermi nel corso della seconda prova per il cedimento della frizione della loro Peugeot 205 GTI. Grazie ai risultati dei propri equipaggi, il Provincia Granda Rally Club ottiene il terzo posto nella speciale classifica riservata alle scuderie. (2 ago)