I nostri politici non sanno quanto costa la benzina

   «Quanto costa un litro di benzina? Un euro e 10 centesimi». È una delle risposte più clamorose raccolte in un'inchiesta effettuata da Quattroruote, mensile dell'Editoriale Domus, che ha chiesto i prezzi dei carburanti ad un campione di deputati e ministri davanti a Montecitorio.  L'indagine, pubblicata sul numero di novembre in edicola da oggi, ha messo in luce come la nostra classe politica sia molto impreparata al riguardo: oltre il 500/0 degli intervistati non ha saputo indicare il costo esatto della benzina, due su tre non conoscono il prezzo del gasolio, né la componente fiscale che grava sui carburanti, che pure è conseguenza diretta delle scelte del governo. C'è chi ha citato i prezzi di sei anni fa, chi ha esagerato e chi, invece, ha del tutto eluso la domanda. Qualcuno, come i ministri Brunetta e La Russa, ha persino rifiutato di rispondere. Moltissimi comunque, non sanno. E l'ignoranza, in tema di carburanti, è trasversale, investendo destra e sinistra, maggioranza e opposizione. «Non so quanto costi un litro di benzina», ha ammesso Antonio Di Pietro. «La benzina costa circa 1,46 euro», secondo il ministro Paolo Romani. «lo guido poco e ho solo una vecchia Punto», ha provato a giustificarsi Pierferdinando Casini. «Non ho idea di quanto costi il gasolio, ho un'auto a benzina», è stata la risposta di Walter Veltroni. E c'è anche chi, come i ministri Ignazio La Russa e Renato Brunetta, si è rifiutato di rispondere. L'impressione è che fare il pieno ogni settimana e far quadrare i conti a fine mese non sia un problema loro. Il video che riprende tutte le clamorose risposte è disponibile sul sito della testata www.quattroruote.it. (26 ott.)