Il convegno di AsConAuto e “La forza di ReAgire”

Oltre 300 gli Operatori della Distribuzione Auto che hanno popolato il Palacongressi di Riccione per partecipare al terzo Convegno di AsConAuto, l’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto, che dal 2001 opera attraverso 18 Consorzi in 13 regioni italiane con una copertura di oltre 42 province risultando essere uno dei principali canali di vendita di Ricambi Originali sul nostro territorio. Più che un convegno, quelli di Riccione sono stati dei veri e propri "Stati Generali": un momento di confronto, per rafforzare e guardare al futuro di quello che rappresenta un modello unico di logistica in Italia. AsConAuto, infatti, genera e muove numeri importanti: oltre 335 milioni di Euro è la previsione di fatturato per il 2012 con un incremento del 4,3 % sul 2011, 717 i Concessionari proprietari dei Consorzi - con più di 1.000 sedi operative e la quasi totalità dei marchi automobilistici rappresentati -, una Rete che conta 8.217 Officine, 3.943 Carrozzerie e una flotta di oltre 200 furgoni.

“La forza di ReAgire” è stato il titolo di questo atteso meeting che, in un momento di profonda crisi di immatricolazioni e redditività, dimostra che l’attività legata ai ricambi originali e all’assistenza conferisce maggior robustezza alle Concessionarie. Un calo dei volumi di vendita come quello cui stiamo assistendo, comporta, necessariamente un ridimensionamento dei margini unitari e l’ampliamento della gamma dei servizi da offrire ai Clienti. I Dealer che hanno dato maggior impulso alla vendita di usato e servizi per ridurre la dipendenza dalla vendita delle auto nuove hanno mostrato un maggior grado di resistenza alla crisi. Ed infatti AsConAuto gioca un ruolo fondamentale nell’ottimizzazione dei processi sia informatici sia logistici sia nei rapporti con le Case.

Contenuti di grande attualità e attrattiva, pregni di utili spunti e riflessioni per migliorare e ottimizzare il lavoro degli Addetti al Post Vendita, racchiusi in quello che è diventato il must di AsConAuto: il networking. Cosa è stato fatto, cosa c’è ancora da fare e come farlo sono stati i punti cardine dell’incontro che ha visto alternarsi sul palco relatori d’eccezione che hanno saputo fornire utili indicazioni per continuare a crescere e conseguire importanti obiettivi imprenditoriali nel settore automotive: Fausto Antinucci per Italia Bilanci, Maria Maranci di ExxonMobil, Marc Aguettaz di GiPA, Sebastiano Zanolli e Luca Montagner di Quintegia. (18 set.)