Il fato ferma la Gliese Engineering Motorsport

Il 52° Rally di Sanremo, gara valevole per il CIR e per l’IRC, si è dimostrato ancora una volta fatale per la Gliese Engineering Motorsport nella corsa alla vittoria della Suzuki Rally Cup; infatti, anche quest’anno, la Suzuki Swift preparata dalla struttura tecnica guidata da Riccardo Stra e Giorgio Marazzato, ha dovuto ammainare bandiera bianca, nella corsa al titolo, proprio all’ultimo appuntamento. L’equipaggio Gianluigi Zilocchi - Enrico Bracchi, dopo un buon avvio, seguito da una serie di tempi imposti e da un paio di piccole sbavature si è ritrovato a fine prima tappa con un distacco decisamente superiore alla attese e così, durante la seconda tappa, nel tentativo di recuperare ha commesso un piccolo errore con conseguente toccata ed “addio sogni di gloria”. Per loro, alla fine, un insoddisfacente quarto posto tra le Suzuki Swift e terzo posto finale nel trofeo che non rispecchia assolutamente il valore della vettura e dell’equipaggio, ma questo è il bello ed il brutto dei rally. Per Corrado Peloso - Flavio Garella la gara è, ancora una volta, durata troppo poco; a fermarli è stata una banalissima spina del leveraggio del cambio, che si è rotta nel trasferimento tra fine PS 2 ed il parco assistenza, impedendo loro di proseguire. Per la Gliese Engineering Motorsport una grande delusione per la mancata vittoria, ma la consapevolezza di essere ormai tra i leader italiani nella preparazione delle vetture trofeo. (27 set.)