Le Fiat 500 storiche a Garlenda per un meeting “mundial”

 

Dal 4 al 6 luglio in esposizione anche la Formula Monza 875 che fu di Michele Alboreto

Scalpitano i motori delle 500 di tutta Italia (e non solo!) per la prossima partenza: destinazione, il Meeting Internazionale di Fiat 500 Storiche che si terrà a Garlenda (SV) il prossimo 4, 5 e 6 luglio. Centinaia di equipaggi si sono già iscritti, le strutture alberghiere registrano il “tutto esaurito” per quello che si prospetta un weekend ricco di intense emozioni. Il Meeting “Mundial”, per rimanere in tema col campionato mondiale di calcio ed il carattere internazionale di questa manifestazione, promette eventi per tutti i gusti, studiati per accontentare il numeroso pubblico. I pronostici parlano di oltre 1000 auto ed un pubblico che supererà le 5 mila persone. “Siamo pronti ad accogliere l’ondata di cinquecentisti: non vediamo l’ora di dare il benvenuto a tutti e vivere ancora una volta la magia dell’invasione a Garlenda.”, afferma il direttore del Meeting, Alessandro Scarpa.


Ogni anno il Meeting si supera per originalità e novità: escursioni tra mare e monti, spettacoli musicali, incontri culturali, mostre, ottima cucina, il più grande mercato ricambi dedicato alla bicilindrica. Visti i campionati mondiali, non mancheranno anche le 500 vestite da calciatori: un attaccante ed un portiere con tanto di guantoni! Quest'anno il Fiat 500 Club Italia festeggia i 30 anni dalla sua fondazione ed i Meeting sarà un'occasione per celebrare degnamente questo importante successo, un tributo agli oltre 21.000 soci iscritti che rendono questo sodalizio il più grande Club di modello al mondo dedicato al mitico cinquino.


Novità assoluta di questa edizione, una imperdibile esibizione su tracciato chiuso al traffico delle Formula Monza 875, guidate da piloti professionisti. Per rimanere in tema, il Museo della 500 “Dante Giacosa”, aperto al pubblico gratuitamente per tutta la durata della manifestazione, ospiterà la Formula Monza 875 di Michele Alboreto, il campione di Formula 1 che in gioventù guidava questa vettura speciale.


Sarà una meravigliosa occasione di ammirare l’auto del compianto pilota di Formula 1 amato da molti sportivi, che iniziò la sua carriera proprio sul “Formulino”, per approdare poi in scuderia Ferrari (1984 - 88) e successivamente in Arrows (1989 - 92). "Sarà emozionante ospitare qui, sulla pedana da corsa del “Dante Giacosa”, l’auto sulla quale si è seduto e ha gareggiato Alboreto, amato per la sua grande sportività, una persona che ha scritto la storia delle corse automobiliste di tutte le categorie in cui ha donato il suo incredibile contributo professionale, tecnico, e soprattutto umano" ha dichiarato Ugo Elio Giacobbe, conservatore del Museo della 500. Grazie al socio Aldo Grassano titolare della scuderia “Grassano Racing” che ha organizzato la partecipazione di queste incredibili auto del passato, per la prima volta al meeting una “rievocazione storica” dedicata ad un modello sportivo che ha regalato e continua a regalare grandi emozioni. Una linea aerodinamica e cattiva,  disegnata per ferire l’aria, ma che possiede il cuore della mitica 500.


Per sottolineare l’aspetto internazionale del Meeting , il “mega raduno” nomina ogni anno una nazione “ospite d'onore”: quest'anno è il turno della Svizzera per cui è in serbo un'accoglienza speciale.  Tutte le “anime” del fenomeno 500 saranno rappresentate, con vetture rare e di pregio, esemplari conservati e restaurati a regola d'arte accanto a modelli superpersonalizzati nell'estetica e nella meccanica.  Per ammirare al meglio questa festa di colori, ci si ritroverà anche quest'anno la domenica mattina all'Ippodromo dei Fiori di Villanova d'Albenga. (26 giu.)