Mille Miglia 2018 tra certezze e novità

La Mille Miglia 2018 riaccenderà i motori tra poco più di un mese e mezzo e lo farà, come sempre, con novità e con grande entusiasmo. A differenza delle scorse edizioni, la Rievocazione anticiperà la partenza di un giorno, anziché il consueto giovedì, prenderà il via mercoledì 16 maggio: di conseguenza anche l’arrivo avverrà il sabato. Le luci della festa sul vincitore, però, non si spegneranno subito dopo l’arrivo ma, per la prima volta, dal tardo pomeriggio, si darà il via alla lunga notte della Mille Miglia.


Come da tradizione la corsa bresciana vedrà tra i partecipanti una ricca schiera di personaggi celebri del mondo delle corse e non solo. Uno tra tanti è il pluricampione del mondo Rally Walter Rohrl. Le vetture, come sempre, saranno le regine indiscusse, vetture affascinanti, ma soprattutto con una storia e un palmares invidiabile. La 91^ edizione della “corsa più bella del mondo” porterà 440 vetture a spasso per mezza Italia. Saranno oltre 1650 km tra incantevoli paesaggi e strade da sogno che faranno da cornice a questa Rievocazione.


La prima tappa vedrà la partenza nel centro di Brescia, nelle prime ore del pomeriggio i concorrenti attraverseranno Desenzano, Sirmione, e lo stupendo Parco Giardino Sigurtà. Si dirigeranno poi a Mantova, Ferrara per concludere a Milano Marittima questa prima frazione di gara. La seconda tappa toccherà Pesaro, la spettacolare rocca di San Marino e poi ancora Arezzo, Cortona, Orvieto. La carovana, nella tarda serata, giungerà nella Città Eterna, Roma, con le sue luci e le sue meraviglie darà la buonanotte alla corsa.


Il riposo sarà breve, perché all’alba prenderà il via la terza tappa dirigendosi verso i paesaggi mozzafiato della Toscana. Siena, Lucca con i suoi vicoli stretti e colorati per poi proseguire verso la modaiola Versilia. Come novità c’è l’attesissimo passaggio in Liguria, a Sarzana, strada percorsa 59 anni prima dalla vera Mille Miglia. La tappa si concluderà a Parma. Infine, la quarta ed ultima fatica, vede protagonista l’Autodromo di Monza con le sue paraboliche, proseguendo verso Bergamo e ritornare finalmente sulla via di “casa”, a Brescia. Ad accoglierla, come sempre, un calorosissimo pubblico che farà da cornice all’arrivo dei concorrenti. Appuntamento, quindi, dal 16 al 19 maggio per tifare o semplicemente ammirare questo e unico museo viaggiante. (4 apr./testo e foto di Nicolas Rettagliati)