La 1000 Miglia alla Monterey Car Week

Il primo passo della nuova stagione della Freccia Rossa è stato a “Stelle e Strisce”. L’occasione per incontrare i tanti fans americani della 1000 Miglia è stata anche quest’anno la straordinaria kermesse motoristica che si svolge ad agosto nella penisola di Monterey, da Laguna Seca, dove si disputano le competizioni in pista, a Carmel Valley e Pebble Beach, dove si tengono vari, famosissimi, concorsi per vetture d’epoca. La settimana della 1000 Miglia in California ha preso il via al “Concourse on the Avenue” di Carmel by the Sea, dove 1000 Miglia Srl ha deciso di assegnare un premio, denominato “The Spirit of 1000 Miglia”: ad aggiudicarselo è stata un’Alfa Romeo 1900 Super Sport del 1957, nella rara versione carrozzata a Milano da Zagato, caratterizzata dalla “doppia gobba” sul tetto. A rappresentare la corsa bresciana sulla celebre Ocean Avenue di Carmel-by-the-Sea è stata Francesca Parolin, direttore generale di 1000 Miglia srl, che ha premiato la rossa coupé del Biscione, poiché i concorsi d’eleganza sono l’unica competizione dove a vincere è solo la vettura, non il pilota.


Tra le varie rassegne che in questo periodo dell’anno celebrano in California il meglio del design e dell'ingegneria automobilistica, nell’ultimo decennio è andato affermandosi tra i più blasonati “TheQuail, a Motorsports Gathering”. Anche in questo caso, è stato assegnato un premio alla vettura che meglio interpretava “The Spirit of 1000 Miglia”. Le vetture candidate erano parecchie ma la scelta non poteva ricadere che su un’esemplare straordinario: la Ferrari 340 America berlinetta Vignale, vincitrice della 1000 Miglia del 1951 con l’equipaggio Villoresi - Cassani, vettura ufficiale della Scuderia Ferrari. Da diversi anni, questo gioiello è di proprietà del pilota e collezionista americano Jack Croul. A premiarla sono stati Alberto Piantoni, AD di 1000 Miglia Srl, e Mark Gessler, presidente della HVA, Historic Vehicle Association, l’associazione di appassionati statunitensi che ha stretto un proficuo rapporto di collaborazione con la Freccia Rossa.


A “The Quail”, 1000 Miglia Srl ha pure aperto una lounge che ha ospitato una decina di vetture d’epoca: lo spazio dedicato alla Freccia Rossa si è subito trasformato in un salotto dove, come in tutti gli altri incontri avvenuti in California, appassionati e collezionisti di oltreoceano hanno chiesto e ricevuto informazioni riguardo le prossime attività del sodalizio bresciano, dall’edizione della 1000 Miglia 2019 all’imminente apertura del Registro 1000 Miglia.


Proseguendo con l’inossidabile motto che recita che “la 1000 Miglia rappresenta una violenta conquista del futuro”, uno spazio è stato dedicato alla Immersive Experience: grazie ai visori Oculus Go, i visitatori potevano vivere pressoché dal vivo la 1000 Miglia, vedendo a 360 gradi il territorio, la corsa in mezzo agli spettatori o a bordo dell’auto, semplicemente girando su se stessi e comandando il tutto con il movimento degli occhi. La 1000 Miglia a 360° ha avuto così grande successo che tutti i visitatori, grandi e piccini, hanno fatto la fila per provare questa entusiasmate esperienza. Nonostante l’anteprima sia avvenuta negli States, Immersive Experience è stato realizzato in Italia e sarà presto disponibile pure da noi. (29 ago./ph N. Rettagliati)