Zerosette Racing “infiamma” il Sanremo Rally Storico

   Altro fine settimana di grandi soddisfazioni per Zerosette Racing che sale due volte sul podio allo storico di Sanremo con i milanesi Antonucci ed i canavesani Vaccani. Buona prova per i monregalesi Treves - Demela, mentre va a fuoco, senza danni per l'equipaggio, la Kadett GT/E di Astesana - Santini. “Questa volta abbiamo fatto letteralmente fuoco e fiamme”. La Zerosette Racing ritorna dal 26° Sanremo Rally Storico con il sorriso sulle labbra ed un bottino soddisfacente in termini di risultati. Una vittoria di Classe con i milanesi Roberto ed Herbert Antonucci, un podio con i canavesani Fabrizio e Vanni Vaccani, ed una confortante prestazione dei monregalesi Paolo Treves e Giampaolo Demela. Unico rammarico il ritiro del cuneese di Villafalletto Fulvio Astesana, affiancato dal savonese Claudio Santini. “Partiamo subito dalle dolenti note” commenta Gianni Craveri, il team manager della squadra, “con il ritiro di Astesana - Santini”. Dopo una buona prima tappa che l'equipaggio della Kadett GT/E curata dalla EVO Motorsport aveva disputato con buon ritmo ed attenzione, i due si sono presentati al via della speciale di Perinaldo che apriva la seconda giornata, seriamente intenzionati a migliorare la loro nona piazza in classe. “Appena ci siamo fermati allo start della prova” commenta Astesana, “un commissario ci ha segnalato che usciva fumo dal vano motore della Kadett. Nonostante fossimo legati stretti con le cinture, bloccati dal collare Hans ed ingabbiati con casco e tuta, io e Claudio siamo saltati fuori dalla vettura come grilli. Più veloce di noi è stato un vigile del fuoco che ha scaricato l'estintore sulla macchina evitando danni peggiori. Peccato, stavamo facendo una buona gara e sopratutto ci stavamo divertendo”. Miglior equipaggio al traguardo è quello composto da Paolo Treves e Giampaolo Demela con la Porsche 911 RS curata dalla EVO Motorsport, che ha concluso 29° assoluto e nono di classe. “Gara perfetta, senza il minimo problema. Anche se non siamo saliti sul podio siamo molto soddisfatti, perchè il Sanremo offre delle prove speciali che valgono una stagione (Ghimbegna, con i suoi 31 chilometri è lunga quasi come un Rally Ronde) e con un plateau di iscritti che raccoglie i migliori specialisti mondiali. Gentlemen come noi non possono certo aspirare di competere con piloti che disputano una decina di gare l'anno. Ma ci siamo divertiti quanto loro, forse anche di più” commenta sorridendo Paolo Treves. Ottimo comportamento della famiglia Vaccani che è riuscita a salire sul podio di una classe estremamente competitiva con la loro Lancia Fulvia HF, chiudendo terzi di Classe2 C2 e cinquantesimi assoluti. I fratelli milanesi Roberto ed Herbert Antonucci sono stati gli assoluti dominatori della Classe2 C1 con la loro piccola Lancia Fulvia 1.3S con la cui hanno conquistato la vittoria di Classe e la 59esima posizione assoluta. “Abbiamo messo al sicuro il risultato nel corso della prima tappa, nella quale abbiamo costantemente siglato il miglior tempo di categoria. Nella seconda abbiamo badato a conservare il largo margine sugli avversari, ma soprattutto a divertirci su prove speciali che hanno fatto la storia del rallismo. La coppa dei vincitori di classe resterà un bel ricordo, ma le emozioni provate su queste strade saranno ancora più indelebili”. 

   Balletti Motorsport - Un buon Sanremo per la Balletti Motorsport che torna dalla gara di apertura del Campionato Italiano Rally con due importanti piazzamenti grazie alla convincente prestazione di Alberto Salvini e Patrizio Salerno che, dopo un inizio un po' a rilento, si sono espressi su livelli notevoli concludendo la gara al terzo posto assoluto e di classe con la Porsche 911 RSR gr.4 che ha girato perfettamente senza accusare nessun problema. Questo atteso risultato fa tornare il sorriso all'equipaggio senese e soprattutto rilancia le loro quotazioni in vista dei prossimi impegni. Con una vettura simile sulla quale risaliva dopo due anni, Gabriele Noberasco in coppia con Bruno Banaudi, ha corso una buona gara restando sempre al passo con i primi e realizzando anche qualche interessante tempo in più di una speciale. Il quinto posto finale è da considerarsi più che soddisfacente. Notizie non confortanti dagli altri tre equipaggi in gara con le vetture preparate dalla factory di Nizza Monferrato: i monegaschi Marcel Tomatis e Gregory Gaudfrin sono stati costretti ad abbandonare a causa di un fuorigiri di troppo che ha fatto ammutolire la loro Porsche 911 2.7 gr. 3. E' stata invece una spettacolare uscita di strada a decretare lo stop della gara di Luigi Zampaglione e Andrea Costa. Fortunatamente non si sono registrati danni per l'equipaggio ma solo per la Porsche 911 2.0 del 1° Raggruppamento, che era alla prima uscita dopo un restauro totale. Il quinto equipaggio in gara era quello formato da Pinuccio e Ferdinando Gallo; l'equipaggio nicese  autore di una buona gara nonostante le sporadiche presenze sui campi di gara è stato purtroppo costretto al ritiro nel corso della nona ed ultima speciale a causa di un problema meccanico alla Porsche 911 2.5 gr. 4 mentre occupavano un’onorevole seconda posizione di classe.

   Team Bassano - Decisamente positiva la trasferta in terra ligure per il Team Bassano grazie alla due vittorie di classe conquistate dagli equipaggi iscritti al Rally Sanremo. Massimiliano e Giuseppe Girardo hanno portato alla vittoria la loro Fiat 131 Abarth gr.4 sia nella classifica di classe Fia che in quella Csai grazie ad una convincente prestazione che li ha sempre visti al comando della classe realizzando tempi molto interessanti. Molto bravi i giovani Nicholas Montini e Michele Ognibeni che confermano quanto di buono visto al recente Valsugana e anche al loro primo impegno del Campionato Italiano riescono a primeggiare con la Opel Kadett Gt/e gr.2: un primo posto di classe in una molto difficile e combattuta. Decisamente un ottimo inizio di stagione per i due bresciani che hanno iniziato nel modo migliore possibile la rincorsa sia al Challenge Rally Autostoriche che al Campionato Italiano. All'arrivo anche la Porsche 911 Sc gr.4 di Roberto Lumini e Claudio Soragni che concludono la loro prima partecipazione al Sanremo con la settima posizione di classe. Le note dolenti arrivano da Roberto Montini e Sonia Benellini subito appiedati nella prima tappa per un problema tecnico alla Porsche 911 Sc gr.4; ripartiti al sabato grazie al regolamento che lo permette, avevano realizzato due buone prestazioni cronometriche prima di essere costretti al definitivo ritiro a causa di noie al cambio. Anche se iscritto per l'occasione coi colori del Rallyclub Sandro Munari, l'equipaggio del Team Bassano formato da Massimo Pedretti e Giovanni Mattanza ha concluso la sua prima partecipazione al volante della Lancia Rally 037 al terzo posto di classe.

   Rallyclub Sandro Munari - Decisamente positivo il bilancio nella prima gara dei Campionati Europeo ed Italiano. Avrebbe potuto essere esaltante se non si dovesse registrare il ritiro della Lancia Stratos di Toni Fassina e Marco Verdelli a causa di una toccata mentre stavano lottando per la vittoria assoluta, dopo aver realizzato ottime prestazioni sempre ai vertici della classifica. I primi festeggiamenti sul palco sono arrivati grazie alla bella prestazione di Andrea Stefanacci e Marco Pozzi autori della terza prestazione assoluta e primi tra le vetture del periodo J1 a bordo della Lancia Rally 037; soddisfazione anche per i due scratch realizzati nella seconda tappa. Tutte all'arrivo senza particolari problemi anche le altre vetture ex Gruppo B: quella di Valter Jensen ed Erik Pedersen realizza la quarta prestazione assoluta, mentre per l'esemplare di Massimo Pedretti e Giovanni Mattanza si registra la nona. Al diciannovesimo posto quella di Patrick Canavese e Stefano Cirillo. Fortemente attardati nella prima tappa a causa di una foratura e conseguente cambio ruota, Marco Bianchini ed Emanuele Baldaccini che nella seconda tappa di sono presi la soddisfazione di vincere due speciali. Gran bella gara per Alberto Salvini e Patrizio Salerno che finalmente sembra siano riusciti a liberarsi della sfortuna che li perseguitava da tempo e con una prestazione in crescendo si piazzano al quinto posto nell'assoluta ma quel che conta è che nella classifica che conta per il Campionato Italiano, sono terzi con la loro Porsche 911 RSR. Per Graziano Muccioli e Paola Valmassoi una bella ed insperata vittoria nella classe fino a 2500 cc. con la loro Porsche 911. Buona prestazione per la Fiat 131 Abarth di Simone Giombini e Federico Verna i quali si piazzano al secondo posto di classe dopo un'avvincente sfida con la vettura gemella dei Girardo. Altro equipaggio che da un calcio alla sfortuna e porta a casa un ottimo risultato è stato quello formato da Bobo Onofri ed Alessandro Corsini primi di classe con la Volkswagen Golf Gti gr.2 che finalmente ha cominciato a "girare" come si deve. In famiglia Pasetto, Silvano affiancato da Giuseppe Morelli conclude il suo primo Sanremo portando al terzo posto di classe la sua Porsche 911 2.5 alle spalle di piloti esperti quali Muccioli e Pagella, mentre Oreste navigato da Michela Graziato è costretto al ritiro nella prima tappa a causa di un improvviso spegnimento della Lancia Fulvia 1.3; ripartiti nella seconda tappa si sono messi in luce con degli ottimi tempi realizzati nelle quattro speciali disputate. Inizia bene anche la rincorsa al Trofeo Scuderie grazie all’indiscutibile vittoria conseguita sul campo. (11 apr.)